Il buon affare del contratto di Fazio spiegato con i numeri e con la testa

L'accordo con il presentatore non è un spreco. E’ un buon affare. Era della Rai, resta della Rai, fa guadagnare alla Rai, farà ascolti, divertirà. Anche se ci sono quelli che storcono il naso

Il buon affare del contratto di Fazio spiegato con i numeri e con la testa

Fabio Fazio (foto LaPresse)

"Alle armi! Muovano le guardie, accerchino il pennuto e lo conducano in ceppi”. Spunti di cronaca sembrano emergere da un romanzo intinto nella caccia alle streghe. Diciamo la verità, solo la verità, nient’altro che la verità. Poi si conservi pure il caratteraccio, la boria, l’ansia di rileggersi, magari anche solo nel corpo di un articolo, di sentirsi citati, di trovarsi eletti a termine di paragone, ma perché farlo sulle bugie? Fabio Fazio non è un spreco. E’ un buon affare....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fabriziocelliforli

    22 Luglio 2017 - 19:07

    Avete notato? Da quando si è accorto della sua somiglianza senza occhiali né barbetta ad Assad, complici l'imbarazzante esigua distanza interpupillare e la forma esagonale del volto; da quando se ne è accorto: occhialii e barbetta fisso

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    22 Luglio 2017 - 10:10

    Vede. È solo una questione di canone. Se la Rai per un arcaico motivo novecentesco insiste nel farci pagare il canone, Fazio deve essere un dipendente Rai se invece Fazio vuole essere un personaggio e vuole soldi che vada dove vuole compreso il satellite. Non è come lei dice una questione di vantaggio o svantaggio economico. Fazio si Fazio no è mercato libero e non Rai e facciamola finita con mamma Rai, perché è un colabrodo che abbiamo da decenni e con un movimento politico che la controlla da sempre. Se si volta pagina lo si deve fare fino in fondo in forma manageriale e senza coinvolgere il popolo che non arriva alla fine del mese. Renzi faccia un sondaggio sul canone e si vedrebbe che il 60% di no referendario cambierebbe in un 99% di si e applausi. E basta con questa storia del Fazio perché era tutto deciso e questi articoli servono ad imbonire e a stancare per assuefazione. Leggere di Renzi che ha ridotto il canone fa tenerezza. Si, infatti. "Ci ha messo in bolletta". Che pena

    Report

    Rispondi

Servizi