A Parliamone sabato, mai dire donna

La Rai, Paola Perego, Francesco Merlo e gli infortuni della “scorrettezza” banale da sabato pomeriggio. Colpa di Trump?

A Parliamone sabato, mai dire donna

Paola Perego (foto LaPresse)

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già nostro cliente, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a sinistra. Se non sei abbonato, che aspetti? Abbonati subito.

Scopri tutte le offerte per entrare nel Foglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    21 Marzo 2017 - 13:01

    Per una volta che la Rai fa davvero servizio pubblico. Ora che finalmente so, corro subito a fidanzarmi con una ragazza dell'Est. Come Trump, insomma.

    Report

    Rispondi

  • maurizio guerrini

    maurizio guerrini

    21 Marzo 2017 - 11:11

    A quale realtà surreale si riferisce la Maggioni? A qualche immaginaria invasione di donne all'interno dell'Unione Europea allargata ad est? Reputa surreale sessismo anche la prossima invasione di "uteri" che verranno ricongiunti ai fiumi di fertili immigrati che stiamo accogliendo?

    Report

    Rispondi

  • avv.ferri

    21 Marzo 2017 - 08:08

    Se usano lo stesso metro con altri programmi , sai quanti ne devono chiudere !!! Ridatemi Paola perego , please !!!!

    Report

    Rispondi

  • carlo schieppati

    21 Marzo 2017 - 08:08

    Anche a pensarci non vedo dove sia l' "errore folle". "Personalmente non mi sento coinvolto in quanto uomo e pertanto non mi scuso". Comunque il pezzo è magnifico: bravo Crippa (e comunque il rigore c'era eccome (quale non importa).

    Report

    Rispondi

Servizi