C'è un tassinaro spagnolo che ha un'arma perfetta per uccidere Uber

"El taxi unido jamás será vencido!"

Eugenio Cau

Email:

cau@ilfoglio.it

C'è un tassinaro spagnolo che ha un'arma perfetta per uccidere Uber

Alberto 'Tito' Álvarez (foto via Facebook)

Roma. Più che tassista, Alberto “Tito” Álvarez potrebbe essere chiamato tassinaro. Non esiste l’equivalente in spagnolo o in catalano del termine romanesco, ma Álvarez, quarant’anni di Barcellona, condivide con i colleghi italiani certe caratteristiche ben note di veracità, spontaneità e in alcuni casi aggressività. Tracagnotto con ampio ventre alcolico, Álvarez condivide con i colleghi non solo italiani ma di tutta Europa un’altra caratteristica fondamentale: l’odio per Uber e tutte le app simili. Come capo di Élite, cooperativa di taxi di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi