A New York potrebbe nascere l'edificio più lungo del mondo, il Big Bend

"Se riusciamo a piegare la struttura, invece di piegare le regole urbanistiche di New York, saremo in grado di creare uno degli edifici più prestigiosi di Manhattan", spiega lo studio d'architettura Oiio

I disegni per il Big Bend, un nuovo progetto di grattacielo presentato dallo studio statunitense Oiio, mostrano una struttura sottile che curva e ritorna a terra. Anziché gareggiare in altezza, l’edificio vince in lunghezza: con un’estensione di 1,22 chilometri sarebbe il più lungo di New York. "C'è un'ossessione che risiede a Manhattan. È innegabile perché è fatta per essere vista", dice lo studio Oiio: la corsa all'edificio più alto. “E se gli edifici fossero lunghi, invece che alti? Se riusciamo a piegare la struttura, invece di piegare le regole urbanistiche di New York, saremo in grado di creare uno degli edifici più prestigiosi di Manhattan. Il più lungo del mondo. Il Big Bend può diventare una soluzione architettonica alle limitazioni in altezza”. Si tratta insomma di un sottile obelisco abitativo in grado di salire fino al cielo e di ripiegarsi su se stesso con un altissimo arco. Lo studio ha anche la soluzione per gli ascensori, che muovendosi in verticale e orizzontale, potrebbero coprire l'intero percorso del palazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi