Che cosa c'è dietro a quel segno meno nei conti di Apple

Si tratta di un fatto importante per il settore hi-tech perché sul bilancio non c’è solo un dato economico ma una tendenza negli stili di consumo e dunque nella cultura: il mercato della tecnologia è saturo di prodotti che fanno tutti la stessa cosa, la pressione sul ribasso dei prezzi è fortissima.
Che cosa c'è dietro a quel segno meno nei conti di Apple

(foto LaPresse)

Si chiude un’era. Dopo 13 anni, nei conti trimestrali di Apple è apparso il segno meno. Si tratta di un fatto importante per il settore hi-tech perché sul bilancio non c’è solo un dato economico ma una tendenza negli stili di consumo e dunque nella cultura: il mercato della tecnologia è saturo di prodotti che fanno tutti la stessa cosa, la pressione sul ribasso dei prezzi è fortissima. Apple vende non solo meno telefonini, ma meno tutto: meno iPad, meno Mac, meno iPod. Il mercato cinese, dove ci sono centinaia di milioni di potenziali consumatori, è terra di conquista anche per gli altri e infatti il 60 per cento della perdita registrata da Apple dipende dal mercato cinese. Che cosa succederà? Devono inventare nuovi prodotti e mettere a profitto i servizi. Solo che nello streaming si sono fatti anticipare da Spotify e nel settore dell’auto elettrica da Tesla. Il prossimo passo? La Apple Car.

 

Leggi tutta l'edizione odierna di List, fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi, iscrivendoti gratuitamente alla nostra newsletter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi