L'Italia riuscirà a qualificarsi per i Mondiali? Ecco cosa dicono i numeri

Pillole sugli spareggi per Russia 2018

Loading the player...

Mancano sei mesi ai Mondiali di Russia 2018 e l’Italia oggi si gioca l’ultima occasione per prendere parte alla fase finale. Pillole sugli spareggi della Coppa del Mondo.

 

28

Le squadre qualificate al prossimo Mondiale che si terrà dal 14 giugno al 15 luglio 2018 in Russia, prima degli spareggi. Oltre alla nazionale ospitante a Mosca sono già sicure di partecipare Brasile, Iran, Giappone, Messico, Belgio, Corea del Sud, Arabia Saudita, Germania, Inghilterra, Spagna, Nigeria, Costa Rica, Polonia, Egitto, Islanda, Serbia, Francia, Portogallo, Argentina, Colombia, Uruguay, Panama, Senegal, Marocco, Tunisia, Svizzera e Croazia.

 

2

Sono gli ultimi posti disponibili per le squadre europee. Una tra Italia e Svezia, che giocano stasera, e una tra Danimarca e Irlanda, in campo domani, non otterranno il pass per la Russia.

 

1997

E’ l’anno dell’unico spareggio mondiale giocato nella storia della Nazionale. Per andare in Francia (sede della Coppa del Mondo) l’Italia doveva battere la Russia. Era il 29 ottobre quando a Mosca gli uomini di Cesare Maldini pareggiarono per 1-1 contro la compagine russa. Diciassette giorni dopo a Napoli un gol di Pierluigi Casiraghi bastò all’Italia per raggiungere Parigi.

 

1

L’unica volta che l’Italia non riuscì a qualificarsi alle fase finali della Coppa del Mondo fu nel 1958. La Nazionale fu eliminata nel girone di qualificazione. A sancire l’addio ai sogni mondiali fu la sconfitta a Belfast contro l’Irlanda del Nord, mercoledì 15 gennaio. La squadra di Foni perde 2-1 in un campo al limite della praticabilità a causa della pioggia che cadeva ininterrottamente da due giorni sull’isola. Le cronache di allora parlarono di una squadra “inesistente e intimorita” nel primo tempo, chiuso sotto di due gol a causa delle reti di McIlroy al 13' e Cush al 28'. Il “secondo tempo generoso e gagliardo” non riuscì però a sistemare le cose. La segnatura di Da Costa al minuto 56 fu inutile. Anche nel 1930 l’Italia non giocò il Mondiale, ma allora fu la Federazione a rifiutare l’invito della Fifa a causa del costo del viaggio sino in Uruguay.

 

6

E’ il numero che rappresenta la speranza di Gianluigi Buffon: quella del sesto mondiale. Manca una partita e la convocazione del ct Gian Piero Ventura, poi potrebbe essere storia. Nessuno infatti è mai riuscito a partecipare a così tante fasi finali della Coppa del Mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • AndreaQualunque

    13 Novembre 2017 - 17:05

    Sogniamo tutti, o almeno io, una serata con 3 gol subito nel primo tempo a sistemare la pratica. Invece l'impressione è che potrà essere una partita come quel Italia-Australia del 26 Giugno 2006; un rigore, una palla inattiva, sporca, bastarda a portarci ai supplementari e a regalarci un altra mezz'ora buona di palpitazioni. Non mi importa in fin dei conti troppo il risultato, ma un'po' di emozioni a scaldare queste prime serate di autunno, così lontane dalle notti magiche "mondiali" tipiche di inizio estate. Chiudo il PC e faccio un salto in enoteca: un playoff del genere si annaffia con American Pale Ale e magari anche un bicchierino Rum. Alla faccia di JAck'oMAlley.

    Report

    Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    13 Novembre 2017 - 15:03

    13 Oggi, ovvero se stasera l'Italia, come tutti speriamo, vincesse con lo scarto che ci permetterebbe di andare in Russia, allora: a) ll selezionatore Ventura, a casa e b) andare in Russia senza allenatore (tanto abbiamo visto che 2 stati europei anche senza governo hanno prodotto risultati)

    Report

    Rispondi

Servizi