Io sono il calcio

Andrea Pirlo ha smesso di giocare dopo avere incarnato il meglio di questo sport per 24 anni. L’ultima lezione del Maestro

Io sono il calcio

Andrea Pirlo è nato il 19 maggio del 1979 (foto LaPresse)

Winning Eleven aveva capito prima degli altri. Intelligenza artificiale, evidentemente. Intelligenza artificiale che interpreta l’intelligenza reale. Era quasi vent’anni fa: Andrea Pirlo era in prestito dall’Inter alla Reggina ed era la stella della Nazionale Under 21. Non era il Maestro, non ancora. Winning Eleven aveva capito. In quel gioco per Playstation che non aveva la definizione dei Fifa o dei Pes di oggi, Pirlo faceva giocate che nessun altro giocatore faceva. Tu prendevi l’Under 21 italiana e cominciavi stagioni su...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo schieppati

    13 Novembre 2017 - 14:02

    D'accordo. Ma non esageriamo: allora cosa dire di Messi? Ah già, come dice Jack O'Malley: Messi è uno che "fuori dal circo catalano non conta nulla".

    Report

    Rispondi

Servizi