IL FOGLIO .it - Direttore Giuliano Ferrara
accesso abbonati
ArchivioLa giornata

Maggioranza impolitica

Il Cav. chiede la fiducia alla Camera per evitare brutte sorprese finiane - Segui la diretta in video e via sms

Berlusconi sceglie la prova di forza per aggirare il gioco delle contromozioni, Fli voterà (con riserva) i cinque punti

Nessuno scioglimento, i duellanti del centrodestra sono destinati a rimanere ancora nel limbo, sospesi fra una tregua guerreggiata e un vero conflitto nucleare. L’atteso showdown non sarà oggi. Alla Camera, i finiani, salvo imprevedibili sorprese, ascoltate le parole del premier, voteranno la fiducia al governo. Né Silvio Berlusconi né Gianfranco Fini si sono risolti a superare – in un modo o nell’altro – la pazzotica situazione che li descrive nemici e allo stesso tempo li costringe a restare formalmente alleati. Nessuno sembra volersi assumere la responsabilità di una rottura dagli esiti incerti e rischiosi per entrambi; tantomeno nessuno dei due coltiva davvero ipotesi ireniste. Ma la giornata di ieri, che i due leader hanno speso in lunghi conciliaboli con i rispettivi entourage, ha rivelato alcuni aspetti tattici che forse vale la pena evidenziare. Berlusconi ha deciso a sorpresa di porre la fiducia sul programma dei cinque punti. Una mossa che ha disfatto la trama intessuta da Fini con l’Mpa, l’Udc, l’Api (e forse parte del Pd).

I finiani avevano preparato un controdocumento programmatico che, pur non discostandosi troppo dal testo berlusconiano, avrebbe potuto raccogliere consensi trasversali consegnando una piccola vittoria al presidente della Camera il quale, peraltro, avrebbe scantonato la contraddizione di votare la risoluzione presentata da quel Berlusconi che i finiani hanno indicato come un “pericolo per la democrazia”. Posta la fiducia, si assisterà a uno spettacolo la cui sceneggiatura è già scritta: il discorso del Cav. sarà molto serio (e un po’ generico?), senza asperità né punte polemiche. L’unica sorpresa potrebbe arrivare dal tabellone di Montecitorio: quanti i voti del centrodestra senza Fini? Si parla di nuove acquisizioni centriste. Ma rischia di essere un puro esercizio aritmetico, la sostanza politica – voto più voto meno – non cambia: la vecchia maggioranza non c’è più.

Segui la diretta dalla Camera raccontata via sms da Merlo - Guarda il discorso in diretta

 

di Salvatore Merlo   –   @SalvatoreMerlo

Sito certificato Audiweb

Web Design: Vai al sito di Area Web     Hosting: Vai al sito di Bluservice     Advertising: Vai al sito della divisione WebSystem del Sole 24 Ore

Se preferisci vedere questa pagina ottimizzata per iPhone clicca qui