IL FOGLIO .it - Direttore Giuliano Ferrara
accesso abbonati
ArchivioLa giornata

Numeri italiani

Tra esodati e soldi ai partiti, la manipolazione non giova a nessuno

La controversia tra sindacati e governo sugli “esodati”, cioè sui lavoratori che hanno abbandonato il posto di lavoro in base ad accordi che prevedevano l’accompagnamento alla pensione, che poi si è allontanata repentinamente per effetto  della riforma, ha qualcosa di paradossale. Viene contraddetto l’antico adagio secondo il quale “la matematica non è un’opinione”, visto che il governo sostiene che il numero degli interessati è quello già previsto e per il quale sono state stanziate le risorse necessarie, attorno ai 65 mila euro, mentre per la Cgil sono addirittura sei volte più numerosi, mentre Cisl e Uil si limitano a denunciare un errore di “decine di migliaia”. Con una ricognizione comune dei dati, probabilmente, si sarebbe potuta evitare la controversia, ma proprio la vertenza era l’obiettivo delle confederazioni, quelle moderate per dare uno sfogo alla tensione e all’insoddisfazione della base, la Cgil per mettere in primo piano un obiettivo “unitario” in modo da mettere un po’ in ombra la questione dell’articolo 18, sul quale la confederazione ha accettato la mediazione proposta dai partiti mentre la Fiom la rifiuta.

L’uso addomesticato dei numeri, d’altra parte, non è un’esclusiva sindacale. Nella polemica contro il finanziamento pubblico dei partiti, per esempio, si insiste nel dare rilievo alla cifra complessiva dei contributi erogati dal lontano 1994, in modo da dare l’impressione, puramente suggestiva e matematicamente infondata, che quel costo abbia un ordine di grandezza paragonabile con quello del deficit statale. Entro certi limiti è inevitabile che, per sottolineare la gravità di un fenomeno, le sue dimensioni numeriche vengano forzate utilizzando meccanismi statistici piuttosto spregiudicati. Tuttavia bisognerebbe tener conto che quando si esagera in questa acrobatica manipolazione, alla lunga, si ottiene il risultato opposto.

Sito certificato Audiweb

Web Design: Vai al sito di Area Web     Hosting: Vai al sito di Bluservice     Advertising: Vai al sito della divisione WebSystem del Sole 24 Ore

Se preferisci vedere questa pagina ottimizzata per iPhone clicca qui