"Tariq Ramadan si è infiltrato nelle democrazie per portarci l'islam politico"

Parla Caroline Fourest, accusatrice dell'islamologo sospettato di stupro

"Tariq Ramadan si è infiltrato nelle democrazie per portarci l'islam politico"

Tariq Ramadan

Roma. Nonostante le accuse di violenza sessuale arrivate da una decina di donne musulmane tra Francia, Belgio e Svizzera fossero già uscite sulla stampa da due settimane, l’islamologo Tariq Ramadan tre giorni fa si trovava a Rimini ospite del Centro Studi Erickson, importante pensatoio di sociologi ed educatori di Trento, a parlare al loro convegno su una “scuola inclusiva”. Ramadan ha tenuto una lezione dal titolo “i requisiti educativi per insegnare e gestire la diversità” (fra gli ospiti, anche Eraldo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mario.patrizio

    09 Novembre 2017 - 15:03

    A me che capisco lentamente, appare come un altro modo di fare la guerra, non conquistare territorio, poi ti tocca difenderlo, conquista le anime. Pare poi che sono messi piuttosto bene, occupando gli islamisti gli interstizi dei nostri valori, laici e tolleranti. Col sovrappiù del contributo delle quinte colonne e dei sensi di colpa, tra i quali la superiorità tecnologica e la disponibilità di potenti mezzi d'offesa. Col timore di vivere uno di quei passaggi della storia ineluttabile, un esito scritto nei processi evolutivi. Troppe concomitanze indirizzano alla stessa conclusione.

    Report

    Rispondi

  • travis_bickle

    09 Novembre 2017 - 14:02

    Il radar di scoperta degli abusatori sessuali si sposta dall'ebreo Weinstein al noto intellettuale islamico Ramadan ed ecco che i liberisti con il finanziamento pubblico, con uno spettacolare carpiato avvitato (coefficiente 3,9)passano dal panmignottismo (tutte le donne sono mignotte tranne la mamma) al femminismo radical. E non gliela faremo mica passare liscia questa contraddizione tra il dire e il fare, all'islamico: mica si sta parlando del defensor fidei (et familiae) divorziato che faceva i festini con le minorenni e la cocaina, non rischiamo mica il moralismo ipocrita e bigotto a dare addosso al musulmano, quella e' una religione inferiore, dovremo pur poterlo dire. Infatti e' giusto fondare nuove c olonie in Cisgiordania.

    Report

    Rispondi

    • mquve.odessa

      10 Novembre 2017 - 00:12

      Carissimo Signor Bickle, ma oltre ad avere un sacco di tempo da perdere per commentare ad ogni ora del giorno, con rispetto, che c'entrano le cosiddette colonie in Cisgiordania, che sarebbe più corretto chiamare Giudea e Samaria con la vicenda di Ramadan? È proprio vero che, nella mente di certuni, gli ebrei sono sempre presenti. Spesso, bisogna dirlo, a sproposito. Contavo i giorni, dalla notizia della triste vicenda di Weinstein, che qualche grullo non tirasse in ballo il fatto che fosse ebreo. O che invece il "povero" Tariq non fosse la vittima di qualche fantomatico complotto sionista. Ed infatti, eccoLa qui, arzillo e pimpante. Senza quelli come Lei, se lo lasci scrivere, la vita non avrebbe lo stesso sapore. Fà grande onore al Suo soprannome. Cordiali saluti, Carlo A. Rossi

      Report

      Rispondi

    • guido.esposito

      09 Novembre 2017 - 20:08

      "...E allora il Berlusca? "Ecco l'aspirante influencer grilliota, che dopo le praterie di Repubblica (gentilmente concesse da una pletora di scribacchini indecorosi e blogger da ergastolo) cerca di allargare i suoi pascoli al Foglio, ovviamente nel puro stile del piccione scagazzante. Già è tanto che non ci abbia messo di mezzo Renzi e/o il PD, ma è solo questione di tempo. E vai con i punti fragola della Casaleggio e Associati.

      Report

      Rispondi

    • Skybolt

      09 Novembre 2017 - 16:04

      Tutte le religioni sono inferiori. Sarà d'accordo con me.

      Report

      Rispondi

Servizi