Perché adesso, come ieri, tutta l'attenzione è sulla zavorra finanziaria dell'Italia

Il palazzo di Banca d'Italia a Roma

Dopo la vittoria del No, il settore bancario apre in rosso a Piazza Affari. In un'analisi dell'economista Macchiati, il rapporto difficile tra il nostro paese e la finanza. 

Commenta

Paura e delirio a Piazza Affari. Un classico del pensiero economico spiega perché

Foto LaPresse

Paura in Borsa. Un classico del pensiero economico spiega perché

Piazza Affari affossata dai titoli bancari. Come distinguere "incertezza" da "rischio" leggendo l'economista Frank H. Knight

3commenti

Non c'è più la concorrenza di una volta. Un'altra ipotesi sulla morìa di start up americane

Non c'è più la concorrenza di una volta. Un'altra ipotesi sulla morìa di start up americane

Nell’attuale sistema capitalistico, il meccanismo della concorrenza sarebbe lievemente mutato, favorendo una concentrazione di potere di mercato in un numero minore di imprese eccellenti. Uno studio dell'Ocse

Commenta

Start up. Tanto rumore per nulla? Alcuni dati americani

Start up. Tanto rumore per nulla? Alcuni dati americani

La percentuale di aziende che hanno meno di un anno di età sul numero totale di aziende è scesa dal 12 per cento per tutti gli anni 80 all’8 per cento attuale. Nel 2014 la quota di queste aziende neonate è la più piccola di sempre dopo il dato del 2010: dopo la crisi c’è stato quindi un rimbalzo, ma finora esso è stato minimo. Dati e possibili cause.

Commenta

Su individualismo sfrenato e welfare demonizzato, quanti pregiudizi sui liberali

Su individualismo sfrenato e welfare demonizzato, quanti pregiudizi sui liberali

Un libro intervista al filosofo Dario Antiseri, intitolato “Le ragioni della libertà nei protagonisti della ‘Grande Vienna’”, aiuta a sfatare alcuni miti cavalcati dagli oppositori del liberalismo. Basta leggere cosa scriveva Friedrich von Hayek sulle relazioni tra gli individui e sui compiti dello stato a fronte della distruzione creatrice generata dal mercato

Commenta

L’ignoranza politica degli elettori è razionale. Come limitarla

L’ignoranza politica degli elettori è razionale. Come limitarla

Quanto stupore del voto sulla Brexit e in generale sulla scoperta che non tutti gli elettori sono sopraffini analisti politici come qualcuno vorrebbe. In realtà è da tempo che giuristi (come Ilya Somin) ed economisti (come Bryan Caplan) confutano "il mito dell'elettore razionale". Proponendo correttivi ben poco "mainstream".

1commento

Quanto contano le elezioni comunali in economia? Molto. Anzi, zero. Follow the money

Quanto contano le elezioni comunali in economia? Molto. Anzi, zero. Follow the money

Che l’economia non sia una “scienza esatta” diventa tanto più evidente leggendo gli studi sul “ciclo elettorale”, cioè quel tipo di analisi nate negli Stati Uniti negli anni 70 con l’obiettivo di analizzare l’influenza delle elezioni sulla politica monetaria e sulla politica fiscale. Due studi accademici, e alcuni dati, sul caso italiano

Commenta

Non solo economia. Diritto ed etica dietro il "no" svizzero al reddito di cittadinanza

Non solo economia. Diritto ed etica dietro il "no" svizzero al reddito di cittadinanza

Perché mai un uomo o una donna adulti dovrebbero pretendere un reddito minimo garantito e non dovrebbero invece adoperarsi per esercitare un’attività di qualsiasi genere da cui trarre beni e servizi da scambiare con altri lavoratori e produttori per ottenere quanto è necessario al loro sostentamento?

Commenta

Perché gli svizzeri non hanno creduto alla manna dal cielo: reddito per tutti

Perché gli svizzeri non hanno creduto alla manna dal cielo: reddito per tutti

I costi del reddito di cittadinanza – innanzitutto finanziari – lo hanno finora confinato a teorie dal gusto rivoluzionario. La proposta bocciata ieri, per esempio, sarebbe costata 208 miliardi di franchi l’anno, cioè un terzo del bilancio pubblico svizzero per stessa ammissione dei promotori. Per Richard Reeves, analista della Brookings Institution, si tratta di “un aereo cargo carico di soldi in arrivo dal Tesoro e non dalla Banca centrale”.

Commenta

Da Einaudi a Puviani, da Rossi a Gobetti. Il pantheon del liberismo radicale

Da Einaudi a Puviani, da Rossi a Gobetti. Il pantheon del liberismo radicale

Non solo diritti civili. Un piccolo breviario dei pensatori che hanno influenzato Marco Pannella e il movimento radicale in materia di economia. Da Luigi Einaudi a Ernesto Rossi, da Amilcare Puviani a Piero Gobetti. Un programma che va dall'abrogazione del monopolio pubblico sull'informazione alle finanze pubbliche e l'articolo 18

Commenta

Creare la ricchezza "stampando moneta". Così nel Medioevo divenne un crimine contro il popolo

Creare la ricchezza "stampando moneta". Così nel Medioevo divenne un crimine contro il popolo

Altro che Weidmann&co. Per il frate francescano catalano Francesc Eiximenis "il principe che conia la moneta alterandola va considerato un grande mentitore e traditore in quanto corruttore della giusta misura e del tenore stabiliti e istituiti per la moneta. Perciò alterarla è definito crimine di lesa maestà”.

Commenta

Più Visti

Multimedia

Servizi