"Se Raggi avesse fatto le Olimpiadi non staremmo parlando soltanto di ratti"

I giochi vanno a Parigi. Il presidente del Coni racconta l'occasione perduta per la città. E quegli 1,8 miliardi sfumati. Parla Giovanni Malagò

"Se Raggi avesse fatto le Olimpiadi non staremmo parlando soltanto di ratti"

Foto LaPresse

E’ evidente, sarebbe convenuto anche al sindaco Virginia Raggi che le Olimpiadi si fossero svolte a Roma”, dice il presidente del Coni Giovanni Malagò, nel giorno in cui si apprende che le Olimpiadi del 2024 e del 2028, dopo il “no” pronunciato da Raggi alla candidatura romana, stanno volando verso Parigi e Los Angeles. “Lo dico da non politico”, dice Malagò, “è stato un dolore veder sfumare un sogno per una questione politica. Ed è una ferita ancora aperta. Difendo,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carloalberto

    14 Luglio 2017 - 14:02

    Premesso che il baciamano non si fa per strada bensì al chiuso, e fatto notare che qualcuno in Internet ha soprannominato il presidente del CONI "Mafiagò", vorrei notare: ma perché per sistemare una città occorrerebbero le Olimpiadi? Atene le ha avute qualche anno fa: vi sembra che non abbia più avuto problemi? Tenere le strade in ordine ha qualcosa a che vedere con esibizioni "sportive" di fanatici muscolosi e ben pagati? Costruire impianti sportivi orripilanti in contesti semiurbani di periferia significa abbellire Roma? Possibile che il destino di Roma debba essere quello di finire spremuta dai palazzinari e dagli amichetti del sottobosco politico? Posso rivendicare il diritto di vivere a Roma infischiandomene dello sport, degli stadi, dei "campioni" e delle torme di burini a cui piace tutto questo? Posso, in altre parole, vivere a Roma da persona educata, colta e civile?

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    14 Luglio 2017 - 12:12

    Dalla Radio Romana Radiocapitale la conduttrice ha finalmente trovato le critiche più severe da rivolgere alla Raggi. Sono tutti stralci dai i suoi comizi nei quali criticava ferocemente i precedenti sindaci per incompetenza corruzione . Un classico che la crucefigge " nelle casse del campidoglio non ci sono soldi perchè i sindaci precedenti si permettevano sprechi da mandarli in galera".Ora lei non solo non sparagna manco un euro ma grida aiuto allo stato. Morale le vere critiche a Raggi sono quelle che lei con la faccia da sedere classica dei grillini ha diffamato i suoi precedessori.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    13 Luglio 2017 - 21:09

    Raggi al grido 'uno vale uno' vuole trasformare Roma in modo da gemellarla con Judad Juàrez .

    Report

    Rispondi

Servizi