In coda lungo la Salaria per comprendere il modello Raggi

Il limite a 30 all’ora mette al riparo il dirigente e l’assessore, in omaggio a due “de”: la decrescita e la deresponsabilizzazione

In coda lungo la Salaria per comprendere il modello Raggi

Foto LaPresse

La sorpresa è nel percorso netto: neanche un colpo di clacson o di abbaglianti ricevuto percorrendo, nel pieno rispetto dei limiti di velocità, la Salaria in entrata verso il centro e di seguito la tangenziale in direzione San Giovanni. E neanche un insulto, che, nel moto uniforme a 30 all’ora (o a 40 per la tangenziale) e nel silenzio di un’automobile a motore ibrido, sarebbe arrivato integro e scandito. Non che gli altri vadano a quelle velocità ciclistiche, tutt’altro, ma...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi