IL FOGLIO .it - Direttore Giuliano Ferrara
accesso abbonati
ArchivioUna fogliata di libri

"Volevo solo vendere la pizza" di Luigi Furini

Garzanti, 193 pp., euro 14

Il Castello di Kafka in Italia avrebbe un'uscita di servizio, un portiere compiacente pronto ad aprire una botola, un elicottero che trae in salvo, un amico di un amico, il cognato di un cugino, un vicino della suocera pronto a mettere una parolina buona per trarci d'impiccio. Infatti la burocrazia italiana non è, come erroneamente sostiene il pur bravo Marco Travaglio nella prefazione di questo simpatico libro, né kafkiana né gogoliana, ma è la copia sballata della burocrazia d'oltralpe, una macchina gigantesca, la più grande d'Europa, che da noi però non funziona, ma che da noi ha un grande carico d'umanità. E’ per questo che il libro di Furini, pur piacendoci, per certi versi più che un jaccuse alla burocrazia italiana ci è sembrato la storia di un contrappasso. Il protagonista infatti con poca fantasia vuole aprire una scontatissima e italianissima pizzeria, ma non ci riuscirà perché sarà condannato a subire i tormenti infernali dell'altro stereotipo d'Italia, la rete illiberale della burocrazia. Furini tocca un nervo scoperto e un tema di grande attualità cronachistica, perché di liberalizzazioni, di "lenzuolate" e di rivoluzioni copernicane si dibatte proprio di questi tempi. Sebbene, come sa perfettamente l’autore, che è comunista, le rivoluzioni - di qualsiasi tipo - in Italia non hanno mai preso piede. Non ce l'hanno fatta i comunisti amici suoi, come non c'era riuscito Mussolini e come non riuscirà il governo di centro-sinistra, un fuscelletto che si regge su un paio di voti in più al Senato, ma che vorrebbe fare le grandi riforme di sistema in un paese che neanche Berlusconi, che la maggioranza ce l'aveva per davvero, è riuscito a liberalizzare.
Questo libro ci sembra dunque più la storia di un contrappasso perché la burocrazia italiana non è così come la descrivono Furini e Travaglio. Infatti la lentezza e la macchinosità dei processi burocratici non sono soltanto e sempre sventure. La burocrazia lenta può anche essere chiave di salvezza e di vita come fu per molti ebrei italiani che proprio dalla lentezza di quell'elefante fatto di carta bollata e timbri furono salvati, mentre altri furono inghiottiti dall'efficienza irresistibile della burocrazia francese e tedesca. Detto questo, un po’ per amore del paradosso, resta il fatto che “Volevo solo vendere la pizza” sia una storia piacevole raccontata con il gusto eccessivo – e per questo divertente – dell’assurdo.

di Salvatore Merlo   –   @SalvatoreMerlo

Sito certificato Audiweb

Web Design: Vai al sito di Area Web     Hosting: Vai al sito di Bluservice     Advertising: Vai al sito della divisione WebSystem del Sole 24 Ore