Clarke Gayford dimostra il destino del maschio, sempre un passo indietro

Il convivente della donna premier neozelandese è un perfetto caso di Occidente

Clarke Gayford dimostra il destino del maschio, sempre un passo indietro

Clarke Gayford

Si ringrazi Clarke Gayford, il convivente della donna premier neozelandese, per avere raccontato al Guardian la propria emblematica vita domestica. In casa non ci sono bambini, in compenso c’è un gatto (anzi c’era perché è appena finito sotto una macchina, che peccato), e non ci sono mobili di proprietà, visto che il recente trasloco è stato fatto in taxi, e non esiste un patrimonio culinario, visto che la coppia predilige il cibo indiano. Un bell’uomo sorridente che non ha nulla da lasciare e nessuno a cui lasciare qualcosa: nonostante l’eccentrica collocazione geografica della Nuova Zelanda, un perfetto caso di Occidente. Si ringrazi Clarke Gayford che ci mostra il destino del maschio sempre un passo indietro, giammai accusabile di molestie, perfettamente a suo agio nella presente società spermicida: tranquillità ed estinzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    09 Novembre 2017 - 13:01

    Bravo Camillo .Oggi la banca del seme è padrona e i maschi only for amusement . luigi de santis

    Report

    Rispondi

Servizi