S'io fossi un agnello di Berlusconi

Un lupo avvistato poco fuori Magenta. Fossi l'agnello pregherei per ricevere l’eutanasia che solo l’uomo sa somministrare

I cristiani mangiano gli agnelli perché sono buoni. Nel senso con le patate

Fossi un agnello di Berlusconi pregherei il dio delle greggi di farmi incontrare presto un buon macellaio. Perché un lupo cattivo si aggira nella pianura lombarda. Lo hanno fotografato poco fuori Magenta, paese a soli venticinque chilometri dagli affreschi e dagli aperitivi di corso Magenta, appunto. Aveva appena mangiato un agnello. Per arrivare fin lì aveva superato innumerevoli strade, autostrade, ferrovie: per una bestia del genere cosa volete che sia la siepe della villa di Arcore? Fossi un agnello di Berlusconi saprei dalla memoria della specie che mentre un buon macellaio fa un lavoro veloce, e comunque prima ti tranquillizza, il lupo ti mangia lentamente, vivo, e prima ti terrorizza. E pregherei per ricevere l’eutanasia che solo l’uomo sa somministrare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carloalberto

    08 Luglio 2017 - 20:08

    Il mondo politico intorno a Berlusconi dimostra una singolare capacità di incomprensione spacciata per genialità di marketing. Basti vedere a Genova dove hanno fatto assessore alla cultura una ragazza che è esperta di ... "marketing territoriale", "diritti civili", "libertà della ricerca" in nome di L. Coscioni, pre-affidi e adozioni di...cani e gatti. Poi dicono che la cultura è in mano alla Sinistra... Langone, dica qualcosa!

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    08 Luglio 2017 - 16:04

    Il dio degli agnelli non esiste perché, visto il risultato, sarebbe un dio sfigato. Il macellaio non è buono perché lo sgozza. "L'agnello è agnello e il lupo se lo magna". Da sempre. Amen.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    08 Luglio 2017 - 12:12

    Tanto per capirci, secondo l'insigne poeta kennediano Robert Frost, che ho a lungo letto e studiato, pure gli alberi ci parlano, e ci tengono buona compagnia. Dunque perche' abbatterli? Gianfranco

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    08 Luglio 2017 - 12:12

    Caro Camillo, ben sai come andrà a finire in questi tempi sciagurati. Dovessero dar la caccia al,lupo, guai a chi osasse ammazzarlo. Gia' ti immagini le manifestazioni di protesta delle milizie animaliste per le quali ogni animale anche libero e selvaggio va difeso e protetto come, ed in qualche caso più, di ogni essere umano. Ne consegue che noi non possiamo, anzi non dobbiamo, sfamarci con carne animale. E dobbiamo proteggere pure quei poveri animali che, poveretti, si sfamano divorando la carne di altri animali da che mondo e' mondo. Presumo trovando il mondo di convincerli ed educarli a diventar vegani. Senza contare che alcuni fanatici si ostinano a ricordarci che pure le piante e i vegetali sono entità viventi da proteggere e salvaguardare. In nome al dovere del rispetto dell'ambiente e della natura cui ci richiama pure Sua Santità Francesco. Gianfranco

    Report

    Rispondi

Servizi