Meglio soffocarli che accarezzarli

Da Charlie Gard a George Pell, il mondo adotta la logica di Satana

Meglio soffocarli che accarezzarli

The Nightmare, Henry Fuseli

Meglio soffocarli che accarezzarli. Questa è la logica del mondo il cui principe è Satana (Vangelo di Giovanni 12 eccetera). Il mondo, attraverso tribunali inglesi e alsaziani, impone a un bambino malato la morte per soffocamento (neanche il coraggio della punturina letale: il soffocamento). Negli stessi giorni lo stesso mondo, attraverso tribunali australiani, cerca di soffocare la chiesa accusando un vecchio cardinale di molestie risalenti agli anni Settanta (evidentemente gli inquisitori non avevano niente di più fresco). Sotto scacco il clero non reagisce, balbetta, si affida ai suoi persecutori, e guarda caso sulla vicenda del piccolo Charlie Gard sceglie il bassissimo profilo, emettendo un ambiguo sussurro per bocca di monsignor Paglia, presidente della Pontificia accademia della vita e dunque massima autorità cattolica in materia. Non praevalebunt, d’accordo, ma quanto sono pesanti le porte degli inferi: prego non schiaccino la mia fede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ADL58

    01 Luglio 2017 - 13:01

    Chi spiegherà ai genitori, che nell'era dei diritti, compreso quello di negare ad un bambino il diritto di avere e di vivere con la propria mamma, non è contemplato il diritto del papà e della mamma dell'amato Charlie di vedere il proprio figlio spegnersi nella culla per morte "naturale" ????!!!!! Papa Giovanni PAOLO II: "L'ultima parola sulla vita e sulla morte è di Dio". Se non si chiama Satana chiamiamola DEVASTAZIONE POL.CORR. ovvero il vascello di BELZEBU'.

    Report

    Rispondi

  • efis.loi

    30 Giugno 2017 - 22:10

    All'Onu dovevano rivolgersi, all'Onu. 0ppure al pretore. Peccato non ci sia più.

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    30 Giugno 2017 - 16:04

    Tremolante oggi, la mia fedelina da ultimo dei convertiti e sempre primo dei peccatori. Stenta a credere che qualcuno di quegli esseri in toga, responsabili dell'uccisione di un bambino neonato strappato ai genitori solo per dimostrare al mondo che loro "possono" decidere cosa vale la vita umana - peggio delle belve incappucciate dell'Is che perlomeno sacrificavano ad un loro dio - un domani arrivi a pentirsi, a chiedere perdono a Dio, e ad essere perdonato. Perché? Comunque sia, Charlie ci annuncia che da oggi la nostra vita è in mano ad una toga. Buona fortuna. (e meno male che io vado a chemio - se tutto mi va bene...)

    Report

    Rispondi

  • lockloca

    30 Giugno 2017 - 10:10

    Siamo tutti Charlie Gard ...... primo o poi perchè malati o vecchi qualcuno decreterà la nostra morte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi