Persino il Paradiso ha i muri

La ricetta di chi non vuole barriere mette a rischio l'Europa

Persino il Paradiso ha i muri

Foto LaPresse/Xinhua

No ai muri. Qualsiasi cosa accada: no ai muri. Una strage? No ai muri. Uno stupro di massa? No ai muri. Un’ondata di rapine? No ai muri. Un’invasione? No ai muri. Ci sono persone che affermano di possedere un rimedio universale e questo rimedio è: No ai muri. Un campione degli antimuri è il vescovo Galantino: no ai muri sempre e comunque. C’era una volta il Decalogo, adesso c’è un solo comandamento: “Non alzerai un muro”. Nella Bibbia il crollo delle mura cittadine è una punizione divina che prelude allo sterminio degli abitanti ma non è un problema, i vescovi della Cei sono post-biblici. Altro campione è Renzo Piano, il Galantino dell’architettura (stessa avversione per il mattone, stesso entusiasmo per brecce e squarci), che con perfetto tempismo ha comunicato la realizzazione a New York di un’università senza muri. Fa niente che a Westminster il bilancio delle vittime sarebbe stato meno pesante se un certo cancello fosse stato ben chiuso. No anche ai cancelli, dice Piano imperterrito. “Paradiso” nell’antico iranico significa “giardino chiuso da muri”: tutti i nemici dei muri siano dunque riconosciuti come agenti dell’inferno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • malta1565

    24 Marzo 2017 - 16:04

    Langone sia fatto cardinale!

    Report

    Rispondi

  • mauro

    24 Marzo 2017 - 14:02

    Caro Langone, che ci vuol fare, non esistono più i paradisi d'antan, che avevano i muri, i paradisi di oggi devono essere rigorosamente come Jerico dopo che suonarono le trombe. E per quanto riguarda i muri terreni, specie in alcuni luoghi; è troppo tardi per costruirli; l'inghilterra, ad esempio ha avuto un bel exitarsi ,ma i maomettani, e tanti, ce li ha già in casa. Noi ancora non abbiano fatto il pieno anche se siamo sulla buona strada. Però, che scalogna, una volta si contava sull'effetto muro costituito dal mare e adesso che noi di quell'effetto avremmo tanto bisogno, tra una ong (mantenuta anche con i nostri soldi) che ha noleggiato una nave per portarsi sottocosta e un "satellitare", il muro di un tempo si è trasformato in autostrada.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    24 Marzo 2017 - 13:01

    Langone in forma smagliante!

    Report

    Rispondi

  • marco.ullasci@gmail.com

    marco.ullasci

    24 Marzo 2017 - 10:10

    Fantastico

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi