Sia lodato Francesco Bianconi

“Pomiciare una troietta qualunque / una tizia, una pittrice, ma che ne so”

Francesco Bianconi

Francesco Bianconi (foto LaPresse)

Volevo scrivere della sindaca di Barcellona che vuole una città con “meno turisti e più profughi” (non pensasse di essere tanto all'avanguardia: c'era già arrivato Pizzarotti a Parma), volevo scrivere delle sfilate indifferenziate di Pitti Ex Uomo, ma è uscito l'ultimo disco dei Baustelle e non ne esco più fuori. “Amanda Lear” è un'orgia di citazioni (Battisti e OMD, CCCP, Battiato, Dalla, Nino Buonocore, Pulp...), autocitazioni, tastieroni e visioni (magnifico video). “Pomiciare una troietta qualunque / una tizia, una pittrice, ma che ne so”. Sia lodato Francesco Bianconi che mostra la metrica più importante della grammatica, il dandismo più della vita: al tempo dell'invasione si trovi scampo nello stile, nella posa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi