Natale è il giorno della vita ricevuta in dono

Mveva quattordici anni, o giù di lì, era purissima, e all’annuncio che avrebbe concepito per opera dello Spirito Santo rispose proprio con uno slancio: “Eccomi”

Natale è il giorno della vita ricevuta in dono

Sia un Natale cristiano, dice il Santo Padre. Dunque almeno per qualche giorno si eviti di ascoltare Tiziano Ferro, cantante quanto di più estraneo allo spirito del Natale. Ferro è in California per realizzare un disegno faustiano: “Frequento incontri per aspiranti genitori. C’è molta razionalità da mettere in questo progetto, lo slancio non basta”. Maria non frequentava corsi quando venne visitata dall’angelo Gabriele. Aveva quattordici anni, o giù di lì, era purissima, e all’annuncio che avrebbe concepito per opera dello Spirito Santo rispose proprio con uno slancio: “Eccomi”. Natale è il giorno dei bambini per i quali è bastato lo slancio. Delle donne che hanno detto “Eccomi”. Della vita ricevuta in dono. Chi la vita la vuole comprare, strappare, chi vuole un figlio ma non vuole la madre del figlio, almeno a Natale taccia. (Colonna sonora per il Santo Natale 2016: “The Virgin Mary had one son” di Josh Garrels, cantante americano più giovane di Tiziano Ferro e che non ha avuto bisogno di corsi per fare quattro figli, gli è bastata una moglie).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • GianmarcoOlivé

    GianmarcoOlivé

    23 Dicembre 2016 - 08:08

    Grande Langone, sempre grande

    Report

    Rispondi

Servizi