I figli potranno avere il cognome della madre. San Martino, aiuto!

I figli potranno avere il cognome della madre. San Martino, aiuto!

Anthony Van Dyck, San Martino divide il suo mantello (1618)

San Martino, aiutaci tu. Nei giorni in cui l’America si revirilizza, l’Italia continua imperterrita a castrare i suoi uomini: la Corte costituzionale ha deciso che i figli potranno avere il cognome della madre. E così i maschi, già svogliati, avranno un motivo in più per non impegnarsi. Perché corteggiare, copulare e infine venire dentro se il figlio eventuale non avrà il tuo nome? Per il piacere di mantenerlo fino al master? Stanno distruggendo il padre e allora bisogna ricorrere al Padre con la P maiuscola, attraverso di te. Non sapevo (me l’ha raccontato un amico veneto) che a Col San Martino, nella Marca trevigiana, in una chiesa a te dedicata si pratica la devozione della “levata dei nomi”. Le donne che non riescono a rimanere incinte vi si recano e dopo apposito rito officiato dal parroco estraggono un nome dall’apposita urna, impegnandosi insieme al marito ad assegnarlo al figlio che verrà. Col mio amico ha funzionato ma non credo funzioni sempre. Dunque ti prego di esaudirli più spesso, i desideri dei tuoi devoti, e che Col San Martino diventi famosa per la frequenza di tanto prodigio: il doppio miracolo di un bambino e di un’onomastica non decisa dalla Corte costituzionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi