Le altre vittime dell'immigrazione

Lunedì è la Giornata nazionale delle vittime dell'immigrazione. Giusto: ci voleva proprio una giornata che ricordasse l'agente Diego Turra morto d'infarto in servizio di ordine pubblico a Ventimiglia.
Le altre vittime dell'immigrazione

(foto LaPresse)

Lunedì è la Giornata nazionale delle vittime dell'immigrazione. Giusto: ci voleva proprio una giornata che ricordasse l'agente Diego Turra morto d'infarto in servizio di ordine pubblico a Ventimiglia, i poliziotti delle zone di sbarco costretti a turni di diciotto ore, le persone derubate dagli immigrati (in Italia la metà dei furti viene commessa da stranieri), i commercianti falliti per la concorrenza dei venditori senegalesi abusivi, i piccoli proprietari, magari con mutuo in corso, che hanno visto crollare il valore dell'appartamento dopo l'arrivo di vicini africani, le ragazze che uscendo dalla stazione non sono più libere di andare a piedi ma devono prendere il taxi per evitare brutti incontri, i contribuenti che obbligati a pagare il canone consentono alla Rai di ospitare dopodomani, in prima serata, il film immigrazionista “Fuocoammare”. Nessuno dimentichi le vittime dell'immigrazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi