Contro la campagna di Apple sullo sfruttamento dei corpi

Padre Georg che in qualità di segretario di Benedetto XVI dichiarasti, era il febbraio 2011, il corpo dei Papi inviolabile, non sfruttabile per donazione di organi, aiutami nel rendere inviolabile, non sfruttabile anche il mio corpo, ora che una campagna Apple pro violazione e sfruttamento dei corpi avanza con la potenza di un’onda demoniaca.
Contro la campagna di Apple sullo sfruttamento dei corpi

(LaPresse)

Padre Georg che in qualità di segretario di Benedetto XVI dichiarasti, era il febbraio 2011, il corpo dei Papi inviolabile, non sfruttabile per donazione di organi, aiutami nel rendere inviolabile, non sfruttabile anche il mio corpo, ora che una campagna Apple pro violazione e sfruttamento dei corpi avanza con la potenza di un’onda demoniaca. Quel serpente di Tim Cook sta impegnando la Mela Morsicata nel sostegno alla macelleria donazionistica, con la scusa che Steve Jobs ebbe problemi a reperire un fegato, quando il suo buddismo e il suo vegetarianesimo e le relative terapie buddo-vegetariane dovettero alzare le braccia davanti al cancro. Io che non sono Vicario di Cristo ma pur sempre Tempio dello Spirito Santo, io che ho molto peccato comprando MacBook Pro, MacBook Air e iPad, in passato, oggi sono molto pentito e voglio difendere l’intangibilità del mio corpo sia vivo che morto che mezza via, e progetto di comprare un portatile Dell e preparo munizioni da scaricare sugli avvoltoi dell’altruismo, sui predatori di organi a cuore battente, e ti chiedo, Padre Georg, una dichiarazione o almeno una privata benedizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi