Siate falsi e seguite l'esempio di Guido Barilla e Platone

Guido Barilla fra qualche giorno ritirerà il prestigioso Premio Guido Carli. Nella motivazione leggo: “Riuscire a essere su ogni tavola in 100 Paesi del mondo è motivo di grande orgoglio e prestigio”.
Siate falsi e seguite l'esempio di Guido Barilla e Platone

Guido Barilla (foto LaPresse)

Siate falsi / 2. Guido Barilla fra qualche giorno ritirerà il prestigioso Premio Guido Carli. Nella motivazione leggo: “Riuscire a essere su ogni tavola in 100 Paesi del mondo è motivo di grande orgoglio e prestigio”. Barilla “si sente una persona con infinite possibilità e altrettanti rischi”. Ricordiamo tutti il rischio che prese accettando di partecipare alla Zanzara del distruttore di valore Giuseppe Cruciani, e come dopo aver espresso il suo pensiero circa la famiglia dovette, per salvare l’azienda, smentirsi e piegarsi all’onnipotere omosessualista. “Ha appreso molto dal padre, soprattutto il rispetto degli altri”. In effetti Pietro Barilla, grandissimo parmigiano, ha insegnato qualcosa perfino a me: molti anni fa ci parlai per pochi minuti e mi rispettò al punto da mostrarsi interessato a ciò che provai a dirgli. “Ai figli cerca di trasmettere la stessa educazione che lui ha ricevuto, raccontando loro la vita e le massime filosofiche di Platone”. Giusto: il grandissimo greco, in “Leggi”, scrive che “il piacere sessuale fu assegnato secondo natura tanto alle femmine quanto ai maschi affinché si accoppiassero al fine di procreare, mentre la relazione erotica dei maschi con i maschi e delle femmine con le femmine è contro natura”. E però in “Repubblica” avvisa che chiunque abbia a che fare con la folla deve uniformarsi ai suoi voleri. Dunque siate falsi: chi osa essere vero non può sperare di vendere nemmeno un pacchetto di pennette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi