Il manuale di comportamento per gli immigrati di Merkel invoglia gli immigrati a un'altra Colonia

Povere donne, poveri invasori. Se fossi uno di quei maomettani a cui l’ignavia autoctona ha concesso di piazzarsi in Europa, se mi imbattessi nel manualetto del governo tedesco destinato agli immigrati che è un’apologia del sesso ministeriale e quindi interrazziale e pansessuale...
Povere donne, poveri invasori. Se fossi uno di quei maomettani a cui l’ignavia autoctona ha concesso di piazzarsi in Europa, se mi imbattessi nel manualetto del governo tedesco destinato agli immigrati che è un’apologia del sesso ministeriale e quindi interrazziale e pansessuale, se vedessi le vignette zelanti e quindi grondanti melanina e sodomia, se leggessi le didascalie pedanti e quindi disponibili anche in arabo, turco, farsi, se notassi l’abuso della parola “rispetto” (mentre sarà noto in ogni angolo del Mediterraneo che “a tavola e a letto nessun rispetto”), se arrivassi alla pagina intitolata “Relazione soddisfacente” in cui la soddisfazione risiederebbe innanzitutto nella “Uguaglianza. Entrambi i partner sono uguali. Un partner non domina l’altro”, se fossi insomma un uomo che poco poco crede nel Corano, sentirei il manualetto merkeliano come un misto di provocazione e profanazione, il sangue mi andrebbe alla testa e altrove e correrei un’altra volta a Colonia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi