Il raziocinio estinto di Beppino Englaro che a Udine scambia per vita aborti, divorzi e anticoncezionali

Giacobbe che sei raffigurato da Giandomenico Tiepolo nell'oratorio della Purità, a fianco del duomo di Udine, mentre sul letto di morte benedici i figli, benedici Beppino Englaro. Il padre di Eluana, in seguito alla Preghiera in cui definivo il capoluogo del Friuli “capitale della cultura della morte”, ha definito Udine “capitale della vita”
Il raziocinio estinto di Beppino Englaro che a Udine scambia per vita aborti, divorzi e anticoncezionali

La prima pagina del Messaggero Veneto di oggi, 9 ottobre, con la replica di Englaro alla Preghiera di Langone

Giacobbe che sei raffigurato da Giandomenico Tiepolo nell'oratorio della Purità, a fianco del duomo di Udine, mentre sul letto di morte benedici i figli, benedici Beppino Englaro. Il padre di Eluana, in seguito alla Preghiera in cui definivo il capoluogo del Friuli “capitale della cultura della morte”, ha definito Udine “capitale della vita” e quindi necessita di una benedizione che gli restituisca il raziocinio. Grazie al divorzio, specialità udinese alla pari del frico, grazie all'aborto, agli anticoncezionali e alla guerra contro la famiglia in cui si è distinto l'altro udinese Loris Fortuna, a Udine l'indice di natalità continua ad abbassarsi e l'indice di vecchiaia (altro indiscutibile dato Istat) continua a crescere: in questo momento a Udine ci sono 199 vecchi ogni 100 giovani, uno scenario da film distopico che nel medio periodo significa mancato pagamento delle pensioni e delle prestazioni sanitarie. Nel frattempo ci godiamo il refosco di Pieri Mortadele, i cjarsons della Ghiacciaia, le gambe lunghe delle residue ragazze fuori dall'università, ma tu, Giacobbe, benedici Englaro padre e noi che vorremmo morire come te, benedicendo figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi