Ritirate il passaporto ai cooperanti

“Mi fanno molta impressione le persone che mettono i propri cari all’ospizio per dedicarsi ai poveri del terzo mondo”, ha detto un evangelico Giovanni Lindo Ferretti alla festa di Fratelli d’Italia. Ci ho sentito il profumo di Matteo 15,26: “Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagn
“Mi fanno molta impressione le persone che mettono i propri cari all’ospizio per dedicarsi ai poveri del terzo mondo”, ha detto un evangelico Giovanni Lindo Ferretti alla festa di Fratelli d’Italia. Ci ho sentito il profumo di Matteo 15,26: “Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini” (parole che espresse oggi su internet susciterebbero ululati, veementi accuse di razzismo o specismo). Siccome non è bene sprecare il pane dei prossimi più prossimi, figli o padri che siano, a tutti i cosiddetti cooperanti vengano ritirati i passaporti. I documenti validi per l’espatrio siano riconsegnati se e quando costoro avranno dimostrato che in famiglia, almeno fino al quarto grado di parentela, nessuno sente il bisogno di loro, quando insomma avranno dimostrato la loro completa inutilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi