Panzane alimentari

“Contro natura” di Dario Bressanini e Beatrice Mautino (Rizzoli) è un libro controculturale contro molte panzane che dominano il discorso alimentare: la panzana dei grani antichi (contengono glutine tanto quanto i grani moderni che quindi non sono colpevoli dell'aumento della celiachia), la panzana
“Contro natura” di Dario Bressanini e Beatrice Mautino (Rizzoli) è un libro controculturale contro molte panzane che dominano il discorso alimentare: la panzana dei grani antichi (contengono glutine tanto quanto i grani moderni che quindi non sono colpevoli dell'aumento della celiachia), la panzana del riso Venere (non è orientale bensì nato a Vercelli), la panzana del Kamut (pieno di glutine come i grani nostrani ma con un’impronta ecologica molto più pesante), la panzana della mela Golden Bio (necessita di trenta trattamenti anticrittogamici in più della mela Florina Ogm), la panzana degli Ogm (nessuna prova della loro pericolosità, molte prove della loro necessità), la panzana dell’olio di girasole (lo strutto di maiale consente fritture più leggere), la panzana del riso biologico (esiste solo nelle etichette, non nei campi, siccome il riso senza diserbanti soffoca)... I due autori sono brillanti divulgatori, smontano una per una le singole frottole ma, fedeli al metodo scientifico, non tentano ipotesi sulla complessiva credulità di chi affolla i supermercati. Ci provo io insieme al cardinale Biffi: “Il mondo che ha smarrito la fede non è che poi non creda più a niente; al contrario, è indotto a credere a tutto”. Non c’è più religione, perciò nessun freno alla superstizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi