C’è ancora qualcuno che si sposa

Sono gli ultimi fuochi di un’istituzione morente ma c’è ancora qualcuno che ci crede e che Dio lo benedica. Aurora Lussana della Lega si è sposata senza invitarmi, così mi sono risparmiato il regalo e l’incontro con quei dandy di Bossi e Salvini, però mi ha mandato
C’è ancora qualcuno che si sposa. Sono gli ultimi fuochi di un’istituzione morente ma c’è ancora qualcuno che ci crede e che Dio lo benedica. Aurora Lussana della Lega si è sposata senza invitarmi, così mi sono risparmiato il regalo e l’incontro con quei dandy di Bossi e Salvini, però mi ha mandato le magnifiche foto. Si è sposata con la sperada, la raggiera di spadini d’argento che fa molto Lucia Mondella e non a caso il servizio fotografico è stato realizzato sul lago di Como. Beatrice Borromeo, principessa e non leghista e però ugualmente solita frequentare ambienti di ineleganza assoluta (Santoro, Il Fatto...) si è sposata, pure lei stranamente senza invitarmi, presentandosi subito dopo al cavagnetu, il monegasco pic-nic, in monegasco abito, una delizia suppergiù settecentesca con cappello di paglia sulle ventitré, corpetto, guantini bianchi traforati... Come dice la mia maestra Marie Kondo: “Se per voi è normale indossare una tuta, finirete automaticamente per diventare una donna cui la tuta si addice”. E se invece, aggiungo io, siete capaci di sperada o di corpetto, ecco che diventerete donne da venerare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi