Prego per l’Italia dissanguata

Prego per il bambino pisano gravemente denutrito, figlio di genitori vegani
Prego per l’Italia dissanguata. Prego per il bambino pisano gravemente denutrito, figlio di genitori vegani (la procura li indaga per maltrattamenti), ora ricoverato all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Sembra “Il bambino indaco” di Marco Franzoso, sembra “Kill your sons” di Lou Reed, ma è la realtà di un popolo malato di estinzione. Prego per chi necessita di trasfusioni, dilagando i donatori anemici al punto che l’Avis di Cremona (città italiana col maggior numero di donatori in rapporto al numero di abitanti, poi dicono del Nord egoista) ha mandato una mail agli associati: “Analizzando i vostri esami del sangue abbiamo rilevato un progressivo aumento dei donatori carenti di ferro. A tal proposito vi ricordiamo che i cibi più ricchi di ferro sono le carni rosse (quella di cavallo è sicuramente la migliore, ma anche il fegato e la carne di bovino adulto) mentre legumi e verdure ne contengono una quantità insufficiente”. Prego contro le religioni vampire che vengono dall’Oriente e che ti spingono a non mangiare carne per indebolirti e mangiarti l’anima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi