Lunga vita a Muhammad VI

E' un refrigerio intellettuale, nel giorno della Repubblica che fa sfilare militari aventi l'ordine di non difendere il suolo patrio, leggere che nel Regno del Marocco si sta costruendo un nuovo grande muro, alla frontiera con l'Algeria.
E' un refrigerio intellettuale, nel giorno della Repubblica che fa sfilare militari aventi l'ordine di non difendere il suolo patrio, leggere che nel Regno del Marocco si sta costruendo un nuovo grande muro, alla frontiera con l'Algeria. “La regalità si contrappone all’ideologia” ha scritto Fabrice Hadjadj e davvero il sovrano marocchino non sembra accecato dall'immigrazionismo, si dimostra anzi molto pragmatico e indisponibile a genuflettersi davanti all'invasore (sebbene questo sia, nel suo caso, un correligionario). Un re non può non essere un realista: lunga vita a Muhammad VI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi