San Francesco e i grillini

San Francesco, quanta pazienza che devi avere.
San Francesco, quanta pazienza che devi avere. Dopo i pacifisti e gli animalisti, ignari del fatto che fosti crociato e carnivorista acceso, ti tira per il saio anche Beppe Grillo, marciatore contro la povertà da Perugia ad Assisi. Oggi verso le 18 i grillini arriveranno a Santa Maria degli Angeli, la basilica che sorge laddove scegliesti di morire nudo sulla nuda terra. Perché tu non eri contro la povertà: tu eri a favore della povertà. Tu amasti, propugnasti, perfino misticamente sposasti Madonna Povertà. Io non dico che non bisogna combattere la povertà: noi uomini di poca fede proprio non ce la facciamo a “vivere come i gigli nei campi / come gli uccelli del cielo campare”. Dico che bisogna lasciarti in pace e scegliersi i patroni giusti. Se i grillini fossero più coerenti, o meno ignoranti, marcerebbero sotto le insegne di Alessandro VI, Papa Borgia. Lui sì un nemico della povertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi