L'armata Brancaccioleone

Divisi a sinistra, figli di una sola pazzia: staccarsi dal Pd. Senza idee né alleanze

L'armata Brancaccioleone

Anna Falcone e Tomaso Montanari. Foto LaPresse

E’ stato bello, ma non poteva durare”. E’ la battuta dei romanzetti d’altri tempi che chiudeva con lepidezza le storie dei finti amori di una sola estate. Per la premiata coppia Anna Falcone e Tomaso Montanari, i Peynet del Brancaccio, o per chiamarli con la loro prosopopea i promotori di Alleanza popolare per la democrazia e l’uguaglianza, se ne dovrà coniare un’altra: “Non è stato bello, e non è nemmeno cominciato”. Meno dolce ala della giovinezza politica, e un tantino più...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    14 Novembre 2017 - 12:12

    Quando Il Foglio dedicò un paginone a Tomaso Montanari ,a codicllo scrisssi che era un cazzaro.Poi a ottoemezzo ascoltai la povera Falcone e di dissi a cazzaro cazzara e mezzo. Viva l'Italia .luigi de santis

    Report

    Rispondi

Servizi