Boldrini&Grasso, i gemelli diversi della non leadership a sinistra

I presidenti di Camera e Senato si sono lanciati nell'agone. Entrambi di sinistra, entrambi simbolo di correttezza politica con tratti di puro buonismo socio-economico-morale. Diversissimi per temperamento, stile e scelte

Boldrini&Grasso, i gemelli diversi della non leadership a sinistra

Laura Boldrini e Pietro Grasso (foto LaPresse)

Roma. La descrizione di un attimo, come dice la canzone dei Tiromancino, s’è fatta difficile nel caso di Laura Boldrini e Piero Grasso, rispettivamente presidente della Camera vista come possibile leader del Campo Progressista di Pisapia (al netto di Pisapia), e presidente del Senato visto come possibile leader del rassemblement Mdp-Articolo1-Sinistra Italiana-Possibile. Descrivere l’attimo, infatti, significa sì sbattere contro una certezza: Grasso e Boldrini si sono infine lanciati nell’agone, cosa che fa sobbalzare i puristi della “terzietà” delle massime cariche...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    14 Novembre 2017 - 11:11

    Lui assai più pericoloso di lei. Lei, la Boldrini la reputo una sincera, Balzana, irrealistica ma sincera. Lui , lo reputo un falso e un ipocrita, molto molto pericoloso.

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    14 Novembre 2017 - 09:09

    Attenti a quei due. Sono l’emblema del paese. A chiacchiere difeso e rappresentato ma nei fatti, fatti loro. Da una poltrona sicuramente persa ad un’altra ritrovata, ricostruita, ridisegnata a tavolino. Credo siano il primo caso di dichiarazioni sotto le parti e non sopra. Grasso addirittura il primo a fare il gran rifiuto. Robe di sinistra prima che di pazzi.

    Report

    Rispondi

Servizi