Grillo colpisce Angola. Neanche Luanda sembra Las Vegas

Il leader del Movimento 5 stelle prova a giustificarsi per gli errori su Lagos ma sbaglia ancora. Fact checking/2 

Loading the player...

Il 28 ottobre a Catania, durante un comizio del Movimento 5 Stelle per le regionali in Sicilia, Beppe Grillo ha indicato come modello di sviluppo una metropoli nigeriana, Lagos: "Lagos è una delle più grandi città al mondo, la capitale della Nigeria, 5 milioni di abitanti, il centro dell'Africa – ha detto Grillo –. È considerata una delle capitali dove si vive meglio al mondo. Se guardate le fotografie è pazzesca, sembra Las Vegas: verde, spiagge, palme". Sul Foglio avevamo evidenziato che Lagos non è la capitale della Nigeria, non fa 5 milioni di abitanti, non è considerata una delle capitali dove si vive meglio al mondo e non sembra Las Vegas. La gaffe di Grillo ha avuto una notevole eco.

Così il 3 novembre a Palermo, durante il comizio conclusivo del M5s per le regionali, Beppe Grillo ha ammesso (forse per la prima volta in vita sua) l'errore. “Ho sbagliato la capitale dell'Angola con la capitale della Nigeria...i giornalisti si sono divertiti, puntualissimi, precisi! – ha detto – Lo sbaglio però ti fa andare avanti. Questi giornalisti non ce l'hanno lo sbaglio, sono perfetti, loro non inciampano mai...perché strisciano!”.

  

Quindi la città ideale secondo il fondatore del M5s non sarebbe più Lagos (in Nigeria), ma Luanda. Ma neppure la capitale dell'Angola sembra Las Vegas è forse non è proprio un modello a cui ispirarsi. “Strisciando” tra i dati si può notare che:

  

- Luanda non è una delle città dove si vive meglio al mondo. Secondo il "Quality of living city rankings" di Mercer, una classifica delle città in base alla qualità di vita, Luanda è al 201° posto su 231 città considerate, un po' meglio di Lagos ma comunque una delle peggiori 30 al mondo.

 

- Luanda è la capitale di uno degli stati più poveri al mondo. Secondo la World Bank il reddito pro capite in Angola è di circa 6.500 dollari l'anno, poco più che in Nigeria dove è quasi 6 mila dollari, ma molto meno che in Italia dove è di 38 mila dollari l'anno.

  

- Luanda, dove vive 1 angolano su 5, è la capitale di uno stato in che ha condizioni sanitarie molto critiche. Secondo L'Organizzazione mondiale della sanità l'Angola ha l'aspettativa di vita più bassa al mondo dopo la Sierra Leone: circa 52 anni. Secondo L'Unicef in Angola “il tasso di mortalità infantile è tra i più alti al mondo, con quasi un bambino di cinque che non sopravvive all'età di cinque anni”: i bambini muoiono di malaria, diarrea, infezioni respiratorie oltre che di malnutrizione (la prima causa di morte: il 30 per cento dei bambini è rachitico e il 15 per cento denutrito).

  

- Luanda è una delle città più pericolose al mondo. Secondo il governo italiano “Il fenomeno della criminalità esiste soprattutto a Luanda – scrive la Farnesins – L’alto tasso di disoccupazione e le condizioni di povertà in cui vive ancora gran parte della popolazione accentuano la propensione a delinquere di un’ampia fascia di giovani di bassa scolarizzazione. Furti, scippi (in particolare cellulari, denaro e oggetti di valore) e rapine a mano armata sono comuni in tutti i quartieri della città, in qualunque momento della giornata”. Secondo il governo americano “è stato osservato un aumento della criminalità a Luanda, con un aumento significativo dei sequestri di persona per il riscatto. Il rischio principale per gli stranieri a Luanda rimane la rapina. Assalti e furti d'auto, a volte aggravati all'omicidio, sono stati registrati in tutta Luanda”. Secondo il governo britannico “c'è un alto livello di criminalità a Luanda”, pertanto consiglia di “evitare di camminare per Luanda, soprattutto dopo il buio. Evitare di indossare gioielli o orologi in luoghi pubblici. Non cambiare o ritirare grandi somme di denaro in aree pubbliche”.

  

- Luanda però è la città più costosa al mondo. Secondo il "Cost of Living Survey" di Mercer, una classifica delle città in base al costo della vita, Luanda è al 1° posto su 400 città considerate: è la città in cui è più costoso vivere per uno straniero, proprio a causa della grande scarsità di beni e servizi essenziali per una vita secondo gli standard occidentali.

  

Non è Lagos una delle città in cui si vive meglio al mondo. E non è neppure Luanda.

Provaci ancora, Beppe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Ivo Chioino

    08 Novembre 2017 - 22:10

    Che Grillo sia ignorante non è una novità e non bisogna fargliene una colpa: il problema è che lui non sa di esserlo e trova normale che una moltitudine di gente lo consideri uno statista. Miscela esplosiva.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    08 Novembre 2017 - 18:06

    Quello che impressiona di più non sono le..."minchiate" dette da Grillo e dai suoi associati ma il fatto che la folla plaudente neanche si accorga di quante "minchiate" dicano quelli dei 5SS. Mi fa sperare un po' la loro sconfitta nella regione che sembrava la più promettente per loro: potrebbe essere l'inizio della curva discendente.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    08 Novembre 2017 - 14:02

    Grillo è un comico così gli italiani che lo applaudono il platea lo votano per inerzia nella cabina elettorale , ma non è un capocomico,così i vip grillini si muovono ,pur divertendo la parte del cervello retro alle due frontali degli italici, senza una regia .E' un peccato che Pingitore sia in felice pensione , avrebbe potuto portare il Mov5stel al 51%, ahiò.luigi de santis

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    07 Novembre 2017 - 22:10

    Volgarità e ignoranza grillina sono ormai acquisite. Passiamo al punto: non è vero che Grillo confonda con il resto dell'Africa il resort di Briatore nel quale si sollazza alla faccia della decrescita felice dei suoi pecoroni. Il fatto è che Angola e Nigeria sono effettivamente il succo del programma grillino.

    Report

    Rispondi

Servizi