In Sicilia è testa a testa Musumeci-Cancelleri

Secondo le proiezioni il candidato del centrodestra sarebbe in vantaggio di due punti percentuali sul grillino. Micari terzo con quasi dieci punti in meno della coalizione che lo ha sostenuto

In Sicilia è testa a testa Musumeci-Cancelleri

Nello Musumeci e Giancarlo Cancelleri (fotomontaggio del Foglio da foto LaPresse)

Le elezioni regionali in Sicilia si risolveranno nel testa a testa tra il candidato del centrodestra, Nello Musumeci, e quello del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri. Già gli exit poll di ieri sera avevano fotografato una situazione di grande incertezza con Musumeci in vantaggio e i grillini a poca distanza. Lo spoglio è iniziato stamattina alle 8 e prosegue con lentezza. Così al momento ci si affida soprattutto alle proiezioni. In particolare, secondo la VI proiezione Istituto Piepoli - Noto Sondaggi per la Rai, Musumeci sarebbe al 38,9 per cento e staccherebbe di oltre 3 punti Cancelleri (35,6 per cento). Terzo il candidato del centrosinistra Fabrizio Micari con il 18,4 per cento (oltre 10 punti percentuali sotto la coalizione). Mentre Claudio Fava sarebbe al 6,5 per cento.

 

I RISULTATI IN TEMPO REALE (per le ultime notizie aggiorna la pagina)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    06 Novembre 2017 - 17:05

    Tutti parlano della debacle del PD ma in realtà il PD in Sicilia non ha mai avuto grande seguito. Alle regionali del 2012 il PD (retto da Bersani credo) prese appena il 13,43% dei voti mentre primo partito dell'isola risultò il Movimento 5SS che anche allora aveva presentato Cancellieri per la presidenza. Vinse Crocetta grazie al suicidio del centro destra che si era presentato con due candidati contrapposti: Musumeci e Miccichè. La Sicilia è sempre stata molto a destra.

    Report

    Rispondi

Servizi