"Il limite dei due mandati non si discute, per ora". Parla Davide Bono

Il portavoce di M5s al consiglio regionale piemontese condivide il punto di vista del sindaco di Pomezia, "ma sempre ribadendo che per noi la politica è un servizio a termine”

"Il limite dei due mandati non si discute, per ora". Parla Davide Bono
Roma. Per sintetizzare ciò che pensa, ripropone la vecchia massima di Benjamin Franklin: “Nulla è scolpito nella pietra, a parte la morte e le tasse. E dunque, ovviamente, neppure le regole del Movimento sono immutabili. Ma al momento, il limite dei due mandati non è in discussione”. Poi subito, con un garbo un po’ lezioso, un po’ sospetto, s’affretta a precisare: “Il mio non è che il parere di un umile consigliere regionale”. Understatement eccessivo: perché Davide Bono è molto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    11 Ottobre 2017 - 11:11

    Quello che nessuno dei pentastellati, la cui mente è ormai ottenebrata dal grande fratello Grillo-Casaleggio ed associati, riesce a comprendere è che si rischi di essere espulsi solo per aver avanzato l'ipotesi di mutare una norma del partito. Ormai non si rendono conto di essere schiavi di qualcosa che nulla ha a che fare con la democrazia. Il grande fratello ordina di stare zitti e loro stanno zitti, ordina di urlare e strepitare e loro urlano e strepitano, ordina di espellere uno di loro che ha osato pensare con la propria testa e loro votano per espellerlo.

    Report

    Rispondi

Servizi