A che punto è il sovranista

L’Europa va e il Nord ritorna. Salvini rischia di sgommare a Pontida

L’antieuropeismo frana, tengono banco i referendum di Maroni e Zaia, per gli immigrati c’è Minniti. Serve una linea

Maurizio Crippa

Email:

crippa@ilfoglio.it

L’Europa va e il Nord ritorna.  Salvini rischia di sgommare a Pontid

Matteo Salvini (foto LaPresse)

Milano. Il 46 per cento degli italiani si sente più insicuro per colpa degli immigrati. A Pontida, comune di tremila abitanti, la percentuale di quanto sarà? E sul Sacro Prato, dove sono state giurate indipendenze secessioni? Domenica la Lega si raduna a Pontida e, come spesso in passato, l’appuntamento annunciato come decisivo si è ridimensionato strada facendo rispetto a quello immaginato qualche mese fa da Matteo Salvini. Non solo per colpa della magistratura che sta bloccando i conti correnti del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzolodigiani

    15 Settembre 2017 - 10:10

    Pontida, seppur piccolo comune, costituisce un simbolo per la Lega. Non e' di poco conto che il suo sindaco abbia firmato un'ordinanza che lei definisce un'idiozia e che non credo abbia ritirato di sua volonta'. Non parliamo di razzismo, perché il razzismo e una cosa seria, ma almeno di cultura. Un sindaco dovrebbe possederne almeno una piccola dose.

    Report

    Rispondi

Servizi