La catastrofe migratoria

Caos e mancanza di coordinamento. Così l’Italia e l’Europa hanno gestito in modo incredibile e paradossale gli sbarchi sulle nostre coste. Un’emergenza annunciata

La catastrofe migratoria
Prevenire è meglio che curare, questo è il “mantra” ossessivamente ripetuto a tutti quelli che si occupano di sanità, di Protezione civile, o della gestione delle emergenze in generale. E’ ben noto che la prevenzione è un’attività poco amata dalla politica, non porta voti né consensi politici. Mi stupisco comunque sempre nel constatare come crisi ampiamente annunciate siano abitualmente rappresentate come imprevedibili, inimmaginabili, situazioni cui “non eravamo preparati”: che la rotta balcanica fosse stata di fatto annullata dagli accordi con...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    18 Luglio 2017 - 10:10

    I profughi ce li teniamo perché lì abbiamo fortissimamente voluti in cambio di spiccioli e miserie politiche. L'articolo fa l'elenco delle inefficienze e delle chiacchiere del rottamatore che la situazione migranti l'ha portata a questo punto con il suo sodale Alfano ed il poveto Minniti che prova a mettere pezze. Con i migranti si sta scherzando con il fuoco perché non sono poveretti che fuggono MA poveretti da secoli che fanno venire con un programma organizzativo che fa impallidire. La Libia fa comodo così, allo sfascio, e noi senza attributi e pietisti lasciano invadere il nostro paese. Questi i fatti, il resto chiacchiere di chi ha sempre fatto chiacchiere e mai fatti. Oggi, assurdo nell'assurdo, dobbiamo solo sperare nel mare che cambi da bonaccia a tempesta per fermare questa migrazione mirata e distruttiva. La pietà dei casi propri lasciatela ai preti che ci si nutrono e sopravvivono da duemila anni. Il tempo di chi governa è finito e non se ne sono accorti. Poveracci.

    Report

    Rispondi

Servizi