Liberate Pisapia

Il ritiro dalla gara (non iniziata) certifica il fallimento del suo progetto

Liberate Pisapia

Foto LaPresse

Giuliano Pisapia ha annunciato, nel corso di un incontro con sindacalisti dei trasporti, che non pensa neanche lontanamente di candidarsi alle prossime elezioni. Si tratta di una mossa a sorpresa, di interpretazione non semplice. Pisapia aveva avviato il suo percorso politico alla ricerca di un’intesa con il Partito democratico, del quale intendeva essere un alleato esterno capace di attirare settori di elettorato che per varie ragioni non si sentono rappresentati dalla leadership di Matteo Renzi. Sul suo carro, anche per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    14 Luglio 2017 - 08:08

    Quando la smetterete di perder tempo a frugare dentro queste faccende che dimostrano soltanto lo stato di decomposizione della politica italiana, a cominciare dalla sinistra, ristretta o allargata che sia. Renzi & C. Vs Pisapia & C. ... per fare cosa, di grazia? Alle elezioni si corre per vincere, ma col sistema proporzionale nessuno può vincere da solo. E allora si avrà almeno quel minimo di decenza democratica di indicare agli elettori prima del voto che cosa ci si propone di fare e con chi si intende allearsi? Altrimenti perché e per chi andiamo a votare. Spiegatelo a quello spocchioso di Renzi che la politica e' fare scelte, non fare i saltimbanchi .

    Report

    Rispondi

Servizi