Così Renzi dribbla il gommone coalizionista e punta sull'immigrazione

"Mettere un limite all'accoglienza è buon senso, non è di destra". Ma la minoranza non vota la mozione del segretario

Così Renzi dribbla il gommone coalizionista e punta sull'immigrazione

LaPresse / Piero Cruciatti

Roma. La prima direzione del Pd in epoca renziana senza streaming online, con divieto pubblico del presidente Matteo Orfini rivolto agli astanti di twittare e di fare post su Facebook, diventa una lunga diretta via sms fra Largo del Nazareno e l’esterno. I dispacci del fronte consegnano un rinnovato duello fra Matteo Renzi e il riottoso (ex?) compagno di avventure politiche Dario Franceschini sulle alleanze, con reciproco scambio di battute avvelenate: “Io rispondo ai cittadini che hanno votato alle primarie,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    07 Luglio 2017 - 08:08

    "Mettere un limite all'accoglienza non è di destra": ma come Renzi-Totò è stato attore postmoderno in Tritontruffa vendendosi l'accoglienza pour tout le monde e intascando gli spiccioli per pagarsi i bonus e flessibilità con l'Europa, facendo strame, addirittura,di"Dublino".Insieme al Nino Taranto post moderno (De Lillo mi operdoni) di Agrigento.Intanto, tra i due, si avvicina, il gladiatore Massimo Decimo Minnitum: l'avrà il "gladio"?.

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    06 Luglio 2017 - 22:10

    Il limite all'accoglienza sotto lo schiaffo elettorale da la misura del politico, sempre che questo non faccia sul serio. Ed i fatti vanno dimostrati con i fatti. Le parole ed i fax a babbo morto sono già ieri. Salvini ride, Grillo gongola e Berlusconi fa puffetti sulla guancia a mo di compassione. Renzi, l'immigrazione selvaggia non è ne di destra ne di sinistra. È solo caos da bloccare senza limiti perché quelli sono superati da anni e lei si crogiolava nell'assurdo di andarli a prendere sul bagnasciuga libico. Fu con lei che cominciò il ridicolo della pietà vile e vigliacca. Il papa lanciava strali e asciugava piedi ma quelli si moltiplicavano più dei pani e dei pesci ed oggi ne scopriamo l'invasione. Mai ipocrisia fu più grande e a noi di Franceschini e sodali poco ci importa anzi, non ce ne frega niente. La nave affonda e voi, preposti ai comandi, vi azzuffate e buttate a mare a vicenda. Il populismo è figlio vostro ma il dramma è, purtroppo, solo nostro. Il buio è totale. Aiuto

    Report

    Rispondi

Servizi