Basta fango, Virginia Raggi merita un grande monumento

Maoismo digitale, economia, personale. Grazie a Raggi tutta l’Italia ha capito cosa significa essere governati da Grillo

Basta fango, Virginia Raggi merita un grande monumento

Virginia Raggi (foto LaPresse)

A un anno esatto dalla sua straordinaria elezione alla guida della Capitale d’Italia, bisognerebbe avere il coraggio di parlare del sindaco Virginia Raggi in modo sincero, genuino e trasparente, senza farci più guidare da stupide e primitive ipocrisie o da assurdi pregiudizi ideologici. Parlare di Virginia Raggi limitandosi a descrivere una città che va a rotoli, in cui l’unico vento cambiato è quello che arriva dai cassonetti dell’immondizia, è riduttivo rispetto al significato più generale rappresentato dal modello Raggi. E...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • m.pascucci

    23 Giugno 2017 - 15:03

    Si, bene, grazie di cuore a Virginia Raggi. Ma io da cittadino romano ancora faccio fatica a capire perché sono stato destinato a fare da cavia. Io, ve lo giuro, "romano de Roma", non parcheggio in doppia fila, seguo coscienziosamente le regole della raccolta differenziata, uso per quanto possibile i mezzi pubblici e pago puntualmente tasse e gabelle. Nel mio microcosmo potrei anche essere un cittadino di Stoccolma o Zurigo. Che ho fatto di male per ritrovarmi a subire questa sorta di sperimentazione politica?

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    20 Giugno 2017 - 22:10

    Tutto vero Direttore ma che dire delle province senza una lira e degli ottanta euro di Renzi finiti nel macero del populismo? A che cosa sono serviti gli ottanta euro se non a racimolare voti inutili alle europee? Vede Direttore, il caos è ovunque ed è questo che ci toglie il sonno e pure la serenità. La Raggi è si una pena ma l'arco costituzionale è peggio e, da come vediamo, non è capace per conti di bottega, di darsi una legge elettorale per governare con autorevolzza quel che rimane di un paese allo sfascio.

    Report

    Rispondi

  • MoMaSa

    20 Giugno 2017 - 18:06

    Eh beh, l'obiettività è importante.

    Report

    Rispondi

  • DBartalesi

    20 Giugno 2017 - 17:05

    Un monumento al fallimento dell'anti politica? Benissimo. Questo è Virginia Raggi finchè dura. Servirà a far tornare agli italiani un po'di nostalgia dello Stellone? Lo speriamo tanto. Quanto ai romani ...che nun so stupidi...quanto ce metteno a capì che 'ste stelle nun so pe niente brillarelle?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi