Luigi Abete spiega perché l'Italia deve votare in autunno

“Se si vota dopo la legge di Stabilità ci saranno politiche elettorali, meglio le urne subito”. Parla il presidente di Bnl

Luigi Abete spiega perché l'Italia deve votare in autunno

Luigi Abete (foto LaPresse)

Roma. “Il vero tema di cui discutere non è euro sì o euro no, ma se andare a votare adesso o l’anno prossimo. E io penso che si debba andare alle urne in autunno”. Per Luigi Abete, presidente della Banca nazionale del lavoro ed ex presidente di Confindustria, profondo conoscitore delle dinamiche economiche e politiche italiane, il paese è impantanato in dibattiti virtuali e ignora una questione cruciale come la data delle elezioni. “Quello sull’euro è un dibattito virtuale –...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    21 Aprile 2017 - 13:01

    Se si continua di questo passo, nemmeno entro l'anno avremo la legge elettorale. I parlamentari non hanno alcuna fretta: discettano sul sesso degli angeli invece di affrontare i problemi. Altro che elezioni in autunno!

    Report

    Rispondi

Servizi