Salvare Cantone dal "cantonismo"

Perché è appropriato evitare che l’Anac diventi strabordante

Salvare Cantone dal "cantonismo"

Raffaele Cantone

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    22 Aprile 2017 - 10:10

    Continuo a pensare che la Costituzione dell'Anac sia stato una manifestazione di imbecillità (e vilta') politica. Le conseguenze purtroppo lo dimostrano. La corruzione si combatte soltanto affidandosi ad amministratori e burocrati non corrotti o corruttibili. E se per caso, come da sempre e' possibile, qualcuno sbaglia e commette reati c'è già chi per investitura costituzionale deve indagarlo,,perseguirlo ed eventualmente condannarlo dopo ordinario iter processuale. Si chiama Magistratura. Altro che autority. Chi governa o amministra si assuma tutte le responsabilità delle scelte e delle decisioni che la Costituzione democratica e repullicana gli affida attraverso l'espressione ed il giudizio del voto popolare. Altro che autority. Che alcun voto popolare elegge, controlla e giudica.

    Report

    Rispondi

Servizi