Trani e il tentativo impossibile e surreale del centrodestra di riscrivere la storia del 2011

Il governo di centrodestra, nel 2011, cadde non per un gomploddo ma cadde semplicemente perché non si reggeva in piedi. Gli Aldo Biscardi del centrodestra dovrebbero capirlo

Trani e il tentativo impossibile e surreale del centrodestra di riscrivere la storia del 2011

Il pm di Trani Michele Ruggiero

Al direttore - Spente a Trani anche le ultime speranze sulla manipolazione, insomma gli stronzi eravamo proprio noi.

Giuseppe De Filippi

 

La cosa più triste e desolante di Trani non sono le storie dei magistrati in cerca di visibilità, che provarono a convocare in procura persino Mario Draghi, ma sono i politici di centrodestra che hanno tentato di cavalcare un’indagine puramente mediatica per dimostrare l’indimostrabile: ovvero che nel 2011 il governo di centrodestra cadde non perché non aveva più la forza di andare avanti ma perché fu vittima di un complotto internazionale organizzato dalla Bce, dal presidente della Repubblica, dai mercati internazionali e dalle agenzie di rating. Riscrivere la storia cancellando la storia è già parecchio comico (Berlusconi chiese all’organizzatore del complotto, Mario Monti, di guidare il centrodestra nel 2013, cosa che Monti rifiutò, e Forza Italia votò per due anni la fiducia al governo del complotto, cosa che forse dimentica Renato Brunetta). Riscriverla utilizzando un’indagine senza capo né coda non è comico ma diventa deprimente. Il governo di centrodestra, nel 2011, cadde non per un gomploddo ma cadde semplicemente perché non si reggeva in piedi. Gli Aldo Biscardi del centrodestra dovrebbero capirlo e farsene una ragione: di altro cabaret il Parlamento non ne ha bisogno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • efis.loi

    03 Aprile 2017 - 19:07

    Bei tempi quelli in cui si comploddò per uccidere Cesare. Coi pugnali, morto, morto, e si seppelliva con una bella orazione funebre. Quando si muore di Bce, di Presidente della Repubblica, di mercati internazionali e di agenzie di rating, il morto poi così morto non è, visto che sta facendo vedere i sorci verdi a Salvini. Nessun complotto per carità. Una cosa però possiamo dirla: ora come ora, in Italia e in Europa,molti dei presunti complottardi gli fanno tifo.

    Report

    Rispondi

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    01 Aprile 2017 - 23:11

    Quindi Geithner, Zapatero, Friedman e tutti quelli che invece dicono il contrario sarebbero in malafede? E perché, che interesse avrebbero mai avuto? E Berlusconi, se solo per quello, nel 1994 chiese a Di Pietro di diventare ministro dell'interno nel suo primo governo: Il fatto è che egli è pragmatico e non vendicativo, cosa che spesso nella politica italiana non porta agli effetti desiderati. E ricordo che, pur malconcio per l'ambizione di Fini, il suo governo non fu mai battuto da un voto delle camere, neanche nell'ultima votazione prima delle dimissioni. Ad altri governi in altri periodi fu concesso a lungo di governare in minoranza.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    31 Marzo 2017 - 18:06

    Al direttore - Il mondo mediatico ha le sue regole, sia quando attacca, sia quando si difende. Ma poiché si tratta di un mondo artificiale, costruito sulla bulimia del sospetto, dell'illazione gratuita, dello scandalo edificato ad arte, di morale e giustizialismo pelosi, le regole in vigore sono fatte della stessa pasta della medianicità: spurghi di fogna. Ovvio che le grida al "complotto" siano patetiche, inutili, pure ridicole, ma lo sono da qualsiasi parte provengano. Vedere i 5S.

    Report

    Rispondi

  • carlo schieppati

    31 Marzo 2017 - 14:02

    Dunque "we can have his blood on our hands". D'accordo invece sul maldestro tentativo del centro destra di dar credito alle inchieste di Trani. Ma non l'hanno capito? Quasi tutte le inchieste mediatiche della magistratura sono fuffa. In quella di Roma Carminati sta emergendo quale unica persona seria (dopo 27 mesi di 41bis che sono una vergogna).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi