Camera, Senato e Parlamento Ue. Ecco tutti gli uomini e le donne di Orlando

Il Foglio pubblica in esclusiva un documento interno con i nomi di deputati, senatori e parlamentari europei che sostengono il Guardasigilli in vista del congresso

Camera, Senato e Parlamento Ue. Ecco tutti gli uomini e le donne di Orlando

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando (Foto LaPresse)

Crescono di ora in ora i sostenitori di Andrea Orlando in vista del congresso dei democratici. Fonti vicine al ministro hanno spiegato nei giorni scorsi che tra i parlamentari c'è il sostegno di 80 deputati e 30 senatori e che potrà contare sull'appoggio di una lista unica.

 

Il Foglio pubblica in esclusiva, grazie a fonti interne, un documento con i nomi di tutti deputati, senatori e parlamentari europei (di cui 83 deputati, 40 senatori, 8 parlamentari europei) schierati a sostegno del Guardasigilli.

 

LEGGI L'ELENCO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    09 Marzo 2017 - 09:09

    Scusate, e' l'elenco di chi aspira a tornare in parlamento? Vorremmo almeno capire a farci che. E poi non sono tutti quelli che fino a ieri hanno espresso senza batter ciglio assoluta e piena fiducia al premier Renzi, segretario pure del loro partito? Va bene che lo stesso Renzi ieri da Vespa ha augurato al rivale Orlando successo e buona sorte. Come a dirgli se vinci tu al tuo elenco di candidati al parlamento aggiungi pure il mio nome. Era più spiritoso paron Rocco che quando allenava il Padova all'avversario che prima della partita lo salutava con il motto: vinca il migliore amava replicare in triestino " ciò, speremo de no".

    Report

    Rispondi

  • alessandro.maran

    08 Marzo 2017 - 22:10

    Non ho mai avuto dubbi. Ho appoggiato il progetto innovativo di Veltroni, ho sostenuto lo sforzo riformatore di Monti e, fin dall'inizio, ho visto nell'ascesa di Matteo Renzi alla guida del Pd la possibilità per la sinistra di liberarsi definitivamente, come direbbe Cerasa, delle catene del post-comunismo e una sorta di vaccino per curare l'immobilisno antiriformista del Pd di Bersani. Per questo ho sottoscritto la piattaforma per la candidatura di Renzi. Sen. Alessandro Maran

    Report

    Rispondi

Servizi