Tempa Rossa che non lo era

Archiviazione per l’ex ministro Guidi. Ma Renzi dovrebbe rifletterci

Federica Guidi

Federica Guidi (foto LaPresse)

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già nostro cliente, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a sinistra. Se non sei abbonato, che aspetti? Abbonati subito.

Scopri tutte le offerte per entrare nel Foglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    11 Gennaio 2017 - 09:09

    Altro che dar l'impressione. Renzi fin dal primo giorno ha scelto di non affrontare il nodo della riforma della giustizia che avrebbe dovuto in primo luogo quanto meno democraticamente arginare il dilagante strapotere giudiziario. E' stata la sua una chiara scelta politica coerentemente ( ed a mio avviso vergognosamente) onorata nelle evenienze da lei ricordate. Sulle motivazioni politiche di tale scelta si può utilmente continuare ad indagare e discutere. Ma delle conseguenze non solo politiche che continuano a scorrere nelle cronache non si può che prendere atto. Per quel che mi riguarda, molto ma molto amaramente. Quando un politico espressione democratica della sovranità popolare accetta e sancisce che il suo operato e destino siano nelle mani di un avviso di garanzia, non può non capire e sapere quali saranno le conseguenze non solo per la sua persona, ma - purtroppo - per l'intero sistema democratico.

    Report

    Rispondi

Servizi