L’uomo sodo al comando

Più passano i giorni e più la logica offre motivazioni sempre più valide per dubitare che il governo possa avere una durata breve. Perché Mattarella scommette sulla carta Gentiloni anche in vista della prossima legislatura

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

gentiloni

Paolo Gentiloni con Sergio Mattarella (foto LaPresse)

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già nostro cliente, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a sinistra. Se non sei abbonato, che aspetti? Abbonati subito.

Scopri tutte le offerte per entrare nel Foglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo_tocco

    lorenzo_tocco

    08 Gennaio 2017 - 00:12

    Coalizione rosso-nera? Non conosco il colore associato ai grillini, ma di sicuro il colore della lega è il verde. C'è un modo per non regalare la Lega ai 5 stelle, ed è quello di assicurarle la sua naturale collocazione nel centro-destra, con cui d'altronde governa a livello locale. Il conte Gentiloni-Mazzanti-Vien-Dal-Mare rischia di essere un incubo per l'ex caro premier e una manna per Grillo-Fantozzi

    Report

    Rispondi

  • iano49

    07 Gennaio 2017 - 19:07

    Un vero capolavoro all’italiana, attenti che non si sfasci tutto!!

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    07 Gennaio 2017 - 16:04

    Caro Claudio, tratteggi bene quello che attualmente passa il convento. Se vivessimo un clima politico "normale", quello che avrebbe impedito di arrivare al tuo "tratteggiare" , quello in cui, con la garanzia del'alternanza assicurata, siamo o no, una democrazia?, il pretestuoso problema dell'uomo solo o sodo al comando, neppure aleggerebbe. Bene, tutto ruota tra chi preferisce per convenienze sue che il convento non passi altro e tra chi vorrebbe che passasse altro. A questo punto non è facile decidere se sia meglio "un giorno alla volta" o "tutto subito in un giorno solo". Difficile, molto, anche per l'insieme degli elettori, sempre indotti e abituati a scontrarsi, più che a cerare soluzioni possibili, accettabili e condivise, farsi un quadro esatto per decidere "fuori dalla pancia". La "Domina" del clima politico attuale. "Pancia" non piace?, lemma qualunquistico? Diciamo allora: "La logica distorta del prevalere degli interessi di casta e di parte?" La sostanza non cambia.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    07 Gennaio 2017 - 11:11

    In sintesi, caro Direttore, Gentiloni avrebbe la possibilità di un trattamento migliore per il suo governo da parte dei detrattori o nemici di Renzi, o perfino del moderato consenso di Forza Italia. Se uniamo a questo il sostegno di Mattarella , e' difficile vedere elezioni a tempo ravvicinato. E Renzi? Spesso si ha la memoria corta , ma riposi, si riorganizzi perché le sue capacità possono servire ancora molto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi