In politica i ritiri esistono

Mollare dopo un mandato se il mandato non è rinnovato. Impossibile? La lezione di Orazio e le storie di Veltroni e Rutelli aiutano a ragionare bene sulla passione ma non sulla saggezza delle scelte di Renzi e Boschi

renzi boschi

Matteo Renzo con Maria Elena Boschi (foto LaPresse)

Orazio si riteneva vecchio a quarant’anni, e scriveva epistole struggenti invece che riforme costituzionali. Ora, abbiamo tutti ridacchiato, con il ghigno degli sconfitti, su quante fesserie possa fare il popolo elettore sovrano quando evita di seguire i nostri assennati consigli, e troviamo penosi gli argomenti dei vittoriosi che non vogliono Renzi a casa dopo essersi battuti strenuamente per mandarlo come si dice a casa. Ma, appunto, un solo argomento vero resta da dirimere, di quelli che ci offre la propaganda...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • davide.lopre

    15 Dicembre 2016 - 10:10

    Scoraggiato dalla vittoria del no, non tanto per il quesito in se, ma per l'odio collettivo manovrato da omini e coccodrilli, pongo la questione ai tempi dell'emergenza Monti, esimio Senatore a vita che fondò il partito più inutile e dannoso di questi ultimi anni. Il " Salvatore" dell'emergenza che ci salva per sempre. Da un signore anziano, realizzato , ci si aspettava una "visione superiore", ma questi sono ragazzi con grinta orgoglio e aspirazioni infinite che hanno appena gustato, non solo il sapore del potere, ma "l'idea" di poter realmente cambiare qualcosa. Evvero siamo contenti ( si fa per dire)

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    14 Dicembre 2016 - 14:02

    I suoi contorcimenti Ferrara non servono, e non serve scomodare Orazio. Bastava poco. Bastava che sia Renzi e sia la Boschi si dimettessero da tutto. Renzi anche da segretario del PD e se ne stessero cheti a casa loro o al lavoro che avevano, se lo avevano prima. Renzi si ripresentava alle primarie del PD e se vinte, per volontà della base degli iscritti del partito ritornare alla grande sulla scena politica che, nel frattempo, languisce nello sfascio nazionale post referendum. La Boschi idem e, sempre tramite, avrebbe ripreso da dove aveva lasciato. Tutto qui Ferrara sempre se si vuole credere a un Renzi che nel dopo elezioni sta mostrando il peggio di se e a seguire anche del Presidente Mattarella che mai avrebbe dovuto seguire la triste sequenza del governo Gentiloni. Pensi Ferrara se dovessimo passare la fatidica data di settembre ed avere i parlamentari maturato il vitalizio. Quello sarà il tempo delle piazze. Le parole sarebbero esaurite, seccate, avvilite.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    14 Dicembre 2016 - 14:02

    Perché non dà una mano, alla Cincinnato? Sarebbe intrigante e misericordioso aprire gli occhi al famoso 60% e farlo riflettere sul fatto che contare veramente, incidere concretamente, oltre le chiacchiere e gli sfoghi personali e revanscisti, richiede scendere massicciamente in piazza per pretendere quella forma istituzionale: la Repubblica presidenziale, in cui le sue libere volontà e scelte si concretizzano con potere vincolante, alla luce del sole. Una scheda: nomi e cognomi, et voilà, la scelta della maggioranza del popolo genera un Presidente della Repubblica e il Capo del Governo. Tutto chiaro, netto, inequivocabile. La scelta l’ha fatta il Popolo. Perché al Popolo, non dovrebbe piacere? Forse non ha coscienza, ma la Carta attuale recita: “Il popolo lo si guida, non gli si dà potere di decidere. Quello è poter esclusivo del Parlamento.” Chissà, forse nessuno ha avuto tempo e modo di spiegarglielo. Pane, invece per i denti di Giuliano Ferrara. Oppure è già vecchio anche lui?

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    14 Dicembre 2016 - 11:11

    Renzi attrezzi il suo camper e parta per un lungo ed impegnativo giro d'Italia. Cerchi di sottrarre voti ai grillini parlando alle loro pance, soprattutto a quelle dei giovani meridionali. Poi, si presume, ci sara' l'aiuto del Cav. che consentira' a Grillo di continuare a fare il comico.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi