Cortocircuiti da referendum: un azionista del Fatto vota Sì. Una notizia su Gad Lerner e Andrea Marcenaro

Contrordine compagni, Michele Santoro, è dei nostri. E non solo lui. Ecco come si allarga il fronte per il cambiamento della Costituzione.

Cortocircuiti da referendum: un'azionista del Fatto vota Sì. Una notizia su Gad Lerner e Andrea Marcenaro

Michele Santoro (foto LaPresse)

Al direttore - Contrordine compagni, Santoro è dei nostri!.

Cordialmente,

Filippo Testa

 

 
Un’azionista del Fatto Quotidiano (Santoro al 7 per cento) che vota Sì al referendum è una notizia mica da poco (solidarietà massima a Marco Travaglio). Notizia gustosa quasi come quella che vi stiamo per dare: al referendum del 4 dicembre Gad Lerner ha deciso che voterà Sì come Andrea Marcenaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gesmat

    21 Novembre 2016 - 09:09

    L'invincibile armata del no comincia a scricchiolare?

    Report

    Rispondi

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    19 Novembre 2016 - 17:05

    Wow! Santoro, Lerner, Marcenaro (con quello che ha detto nella sua rubrica di Berlusconi) e, dulcis in fundo... la Fornero per il sì. Avevo già deciso di votare no, ma questa notizia mi rende molto più contento della mia scelta. Fatelo con loro, il partito della nazione.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    19 Novembre 2016 - 11:11

    Questa notizia convincera' il cav. a votare davvero per il NO.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    18 Novembre 2016 - 18:06

    Non vorrei che questa notizia convincesse il cav. a votare davvero NO.

    Report

    Rispondi

Servizi